martedì 31 marzo 2015

LA FINE DELLA GRECIA: COME L'ARGENTINA E CIPRO ?

46198031
DI VALENTI KATASONOV
strategic-culture.org
Gli eventi greci potrebbero ricalcare lo scenario argentino o quello di Cipro
Si potrebbe descrivere la posizione del governo Greco riguardo al futuro di questo paese con le parole “né guerra né pace”. E’possibile se a guerra sostituiamo uscita dall’Eurozona e per pace presenza continuativa in essa.
Una uscita dalla dure raccomandazioni dei creditori è comunque possibile, a prescindere dalla posizione della Grecia nei confronti dell’UE.


Che questa alternativa esista è suggerito dalla nuova legge sulla crisi umanitaria introdotta dal nuovo governo Greco, che ha stanziato un totale di 200 milioni di euro in vari interventi sociali. La legge offre buoni per il cibo ed elettricità gratuita agli indigenti, ma il fatto più notevole è che la legge è stata approvata senza chiedere il consenso dei creditori esteri.
La legge ha scatenato violente reazioni a Bruxelles (Commissione Europea), Francoforte (Banca centrale Europea) e Washington (Fondo monetario internazionale), mentre il giornale tedesco  Bild ha definito la legge: “Una dichiarazione di guerra ai creditori Europei”.
Si può congetturare che nei prossimi giorni avvenga nei prossimi giorni (nel giro di una settimana): o Atene verrà costretta a ritirare la legge sulla crisi umanitaria, o la “grande Troika” (CE, BCE, FMI) passerà ad azioni punitive contro la Grecia. Il costo della legge, 200 milioni di euro annui, non è di per sé una cifra impressionante, ma resta comunque un precedente capace di ispirare alla Grecia stessa, o ad altri debitori della Troika, ulteriori atti di disobbedienza.
E’stato difficile per Atene salvaguardare i propri interessi contro la “grande Troika”, tuttavia la speranza esiste, per almeno due buone ragioni.

Il generale accusa: 'Abbiamo scoperto Terra dei fuochi. Ora lo Stato ci vuole smantellare'

Riportiamo di seguito uno stralcio dell'intervista al Generale Sergio Costa su Corriere.it
Sergio Costa, generale, comandante regionale del Corpo forestale dello Stato. Ci sarà oggi a Roma per manifestare contro lo smantellamento della «sua» polizia?

«Purtroppo no».

Perché?

«Questa mattina abbiamo una riunione per decidere quali terreni della Terra dei fuochi vincolare e quali liberare. Non posso andare in piazza, ho l'obbligo etico di dare una risposta al Governo. Quello, per intenderci, che vuole cancellarmi».

Altrimenti che faceva, protestava pure lei?

«Certo. È una manifestazione nazionale che unisce tutti, un sit in cui parteciperanno i sindacati del Corpo forestale, Greenpeace, Wwf, Legambiente, Lipu, Libera». 

Cosa succede ad una banca accusata di non pagare le tasse?

soldi dogana
E’ scoppiata la caccia alla notizia che riguarda il colosso bancario Intesa San Paolo coinvolto suo malgrado in una indagine della GdF su presunte tasse non versate da parte della società controllata EURIZON per svariati milioni di euro. Ma vediamo un po’ di dati per i curiosi: 89.500 dipendenti ripartiti tra Italia e resto del mondo in diminuzione nel 2014 di oltre 700 dipendenti, aumento delle spese legali che ammontano a 180 milioncini di euro e altri 180 milioni di euro per consulenze professionali e capirete leggendo l’articolo fino in fondo perché!
Udite udite, sono 162 i miioni di euro spesi per la pubblicità e attività promozionali in aumento di 6 milioni rispetto al 2013 ( che sia questa la cifra per la pubblicità con un famoso attore?). Comunque ci sarà una distribuzione di 7 centesimi di euro per ogni azione ordinaria e poco più di 8 centesimi per ogni azione di risparmio, Bene gli utili per oltre 3400 Milioni di euro ( grazie alla professionalità del capitale umano di questo gruppo) e tasse versate allo Stato per oltre 1750 Milioni di euro….non male quasi quasi la metà dell’IMU nazionale.
Sono 270 le agenzie chiuse e altre faranno la stessa fine nel 2015, oltre 4500 persone in eccesso ( circa il 5 % del totale dipendenti) che per il momento sono stati ri-allocati in altre attività….per cui il CEO Messina non manda a casa nessuno…o quasi, anche perché sono ben 170 i dirigenti che nel 2014 e sino a giugno 2015 lasciano il Gruppo con un costo di 85 milioni di euro per la Banca.
La Banca Ungherese Cib è una spina nel fianco in quanto anche per il 2014 ha pesato con una perdita di oltre 335 milioni di euro – oltre ai 460 milioni del 2013…..brutta cosa questa, e il 2015 quali altre novità negative?

Assad: le crisi in Siria e Ucraina sono state causate per indebolire la Russia

“Le crisi in Siria e in Ucraina sono stati causate per indebolire la Russia e creare Stati fantoccio”. Lo ha dichiarato il presidente siriano Bashar al Assad che non esclude la creazione di una base militare russa nel porto di Tartus, dove attualmente si trova un supporto tecnico della Marina russa.
Secondo il presidente della Siria, le cui dichiarazioni  sono state raccolte durante un incontro con otto agenzie di stampa e mass-media russe a Damasco, la crisi siriana e quella ucraina si somigliano:“In primo luogo, perché entrambi i paesi sono importanti per la Russia. In secondo luogo, perché in entrambi i casi l’obiettivo è quello di indebolire la Russia e creare stati fantoccio”. 
Damasco, poi, “non sarebbe contraria” alla decisione di Mosca di convertire il suo punto di appoggio materiale e tecnico della Marina russa nella città siriana di Tartus. “La decisione – ha evidenziato – dipende solo dai piani militari e politici della Russia”.

Dieci buone ragioni per non trivellare in Italia

Un articolo di Giuliano Garavini
Il decreto legge chiamato “sblocca Italia”, tra le altre cose, è anche un decreto “sblocca trivelle”.  Le decine di migliaia di cittadini che vi sono opposti in tutta Italia sono stati definiti con disprezzo “comitatini”.
Ecco dieci buone ragioni per interrompere da subito esplorazioni e trivellazioni sia in Adriatico che sulla terraferma.
1. Oggi l’offerta mondiale di petrolio è maggiore della domanda. Il prezzo del Brent si aggira sui 55 dollari al barile, meno della metà della sua quotazione a giugno del 2014. In queste circostanze lasciare il petrolio sottoterra è il modo migliore per valorizzarlo. Estrarlo è invece il modo migliore per sperperare una ricchezza non rinnovabile che in futuro varrà di più.

L’euro sarà la vostra tomba, parola di Godley (era il 1992)

(Wynne Godley, “Su Maastricht e tutto il resto”, profetico intervento apparso sulla “London Review of Book” nel lontano 1992, l’8 marzo, ora riproposto dal blog “Vox Populi”. Economista e autore di svariati saggi, Godley è stato consulente del Tesoro britannico, poi docente del King’s College e direttore di dipartimento all’Università di Cambridge).
Molte persone in tutta Europa hanno improvvisamente realizzato di non sapere quasi nulla sul Trattato di Maastricht, mentre giustamente si rendono conto che questo trattato può fare una grande differenza nella loro vita. La loro legittima ansia ha portato Jacques Delors a dare l’indicazione che il punto di vista della gente comune in futuro dovrebbe essere consultato con più attenzione. Avrebbe potuto pensarci prima. Anche se sono favorevole a procedere verso un’integrazione politica in Europa, credo che il progetto di Maastricht presenti gravi carenze, e anche che il dibattito pubblico su di esso sia stato stranamente povero. Con un rifiuto danese, con la Francia che ci è andata vicino, e con l’esistenza stessa dello Sme messa in discussione dopo i saccheggi da parte dei mercati valutari, questo è un buon momento per fare il punto. L’idea centrale del Trattato di Maastricht è che i paesi della Ce dovrebbero muoversi verso una unione economica e monetaria, con una moneta unica gestita da una banca centrale indipendente. Ma come deve essere gestito il resto della politica economica?
Dato che il trattato non propone nessuna nuova istituzione oltre alla banca europea, i suoi sponsor devono supporre che non sia necessario nient’altro. Ma questo potrebbe essere corretto solo se le economie moderne fossero dei sistemi che si auto-Wynne Godleyregolano e che non hanno nessun bisogno di essere gestite. Sono giunto alla conclusione che una tale visione – che le economie siano organismi capaci di auto-regolazione che mai in nessun caso necessitano di una qualche forma di gestione – ha di fatto determinato il modo in cui il Trattato di Maastricht è stato costruito. Si tratta di una versione rozza ed estrema di quel punto di vista che da qualche tempo incarna la saggezza convenzionale dell’Europa(anche se non quella degli Stati Uniti o del Giappone), secondo la quale i governi sono incapaci di perseguire gli obiettivi tradizionali della politicaeconomica, come la crescita e la piena occupazione, e quindi non dovrebbero nemmeno provarci. Tutto ciò che si può legittimamente fare, secondo questo punto di vista, è controllare l’offerta di moneta e tenere il bilancio in pareggio.

Martedì 31 Marzo : in piazza per difendere corpo forestale


Pecoraro Scanio: " Nessun Regalo ad Eco ed AgroMafie"

"Domattina alle 9,30 sarò di fronte palazzo Madama e alle 14,30 in piazza Montecitorio al fianco dei forestali che protestano contro l'assurda proposta di scoglierli per accorparli in altri corpi di polizia.
Una scelta insensata e pericolosa.


Economisti autorevoli hanno dimostrato che comporterebbe un aggravio di spesa e tutti siamo convinti che indebolirebbe la già inadeguata azione ci contrasto ad eco e agroreati proprio mentre ,dopo decenni, si cerca di approvare finalmente ,seppure con qualche ombra, una normativa contro gli Ecoreati ".


"Nel 2001 l'allora ministro della funzione pubblica aveva già firmato il decreto di smembramento del corpo forestale tra le regioni in base ad un'assurda legge delega.


Eravamo nelle fase dell'ubriacatura federalista . Come ministro dell'agricoltura riuscii a bloccare quella follia dopo un lungo scontro. Oggi ci risiamo ,una legge delega proposta della funzione pubblica che ,in nome di un ideologia "taglista" e di un presunto risparmio di spesa che invece non esiste , chiede la delegare sciogliere il CfS in altri corpi che giustamente hanno altre emergenze e priorità ( lotta al terrorismo e a varie criminalità ) e non potrebbero certo investire sui temi agroambientali ."

lunedì 30 marzo 2015

Ecco le migliori posizioni per dormire bene ed in salute!

Dormire bene è essenziale per il benessere della persona. Posizioni scorrette possono provocare anche problemi posturali. Ecco una piccola guida per riposare bene ed in armonia con il nostro corpo! Informatitalia
-
Dormire di schiena, sul fianco a pancia sotto. Posizioni giuste e quelle sbagliate
Dormire sul fianco
Le posizioni in cui si dorme sono sostanzialmente tre: supino (di schiena), bocconi (a pancia sotto), e di lato, a prescindere poi dal lato scelto.
Dormire di schiena, sul fianco a pancia sotto, quale la posizione migliore per riposare bene? Molto dipende anche dalle abitudini di ciascuno e anche dalla presenza di alcune patologie o disturbi. Per esempio, chi soffre di problemi gastrici, dovrebbe dormire sul lato e per la precisione su quello dello svuotamento dello stomaco, in modo da facilitare la digestione e da ridurre sensibilmente acidità e altri fastidi. Come detto è anche un problema di abitudini, perché vi sono soggetti che, abituati a dormire per esempio bocconi, ovvero a pancia sotto, non riescono a riposare bene e nemmeno a prendere sonno se sono costretti a stare in una posizione diversa da quella abituale. Fatto è che i disturbi del sonno sono in aumento e sembra interessino il 10% della popolazione. Così come sono in aumento i disturbi respiratori che vedono il 4% della popolazione afflitti da russamento e apnee del sonno, problema quest’ultimo che, se severo, in alcuni rari casi potrebbe avere anche conseguenze drammatiche. Russare poi non è certo un regalo che si fa a chi è costretto a condividere la camera da letto.

Pirelli cinese, Pininfarina indiana? Italia per schiavi


Ma che bello! Gli investitori stranieri si comprano l'Italia a prezzi da saldo e gli opinionisti di servizio esultano. In base al concetto che non ha importanza il passaporto del padrone. Basta che il brand sia italiano. E allora magari chiamiamolo marchio e non brand. Così Pirelli e' diventata cinese, Pininfarina diventerà indiana, i treni son diventati prima francesi e, quelli rimasti, giapponesi. E le acciaierie divise tra Nord Africa e India, i cinesi nelle banche e nelle finanziarie pubbliche, i francesi nell'alimentare e nell'energia, proprio come gli spagnoli. E poi moda, telefonia, aerospazio. Che bello, che bello! Si entusiasmano, i servi. Perché è un esempio fantastico di globalizzazione. E cosa c'è di male se la Cina,in cambio, pretende che i suoi sempre più numerosi connazionali in Italia siano liberi di evadere le tasse, di sfruttare la manodopera, di non rispettare le regole di igiene nei locali, di vendere prodotti pericolosi? Loro comprano le aziende, fanno felici i servi del burattino, qualcosa in cambio dovranno pure avere. Come devono avere qualcosa in cambio gli americani che controllano tante aziende meccaniche, i tedeschi che hanno catene distributive.

Berrino: "sulle tavole degli italiani cibo industriale" (spazzatura!)



INTERVISTA – Franco Berrino, oncologo di fama internazionale, cita il giornalista e saggista Michael Pollan e spiega: «Ciò che la bisnonna non riconosce sull’etichetta non è cibo, fa parte della trasformazione alimentare ed è assolutamente da evitare». Un parere sul vino dopo Toscani e Vinitaly. Expo 2015? «una grande vetrina dell’industria alimentare». La polemica con il MIUR per l’educazione nelle scuole insieme a Federalimentare.

Di Giorgio Montolli -  verona-in.it

– Prof. Berrino, dove sbagliano gli italiani quando mangiano?
«Quello che si trova sulle tavole degli italiani non è un cibo genuino, ma la sua trasformazione industriale, e c’è una bella differenza. Il pane, ad esempio, oggi è fatto con farine raffinate, da cui sono state tolte gran parte delle sostanze nutritive e protettive tipiche del grano, come minerali, vitamine, polifenoli… Un pane raffinato è anche privo di fibre e questo può avere come conseguenza un malfunzionamento dell’intestino, con la possibilità che venga compromesso il sistema immunitario e che si manifestino patologie anche gravi».

Un’azienda svedese innesta microchip ai propri dipendenti

C’è un palazzo, in Svezia, dove si supera l’ingresso protetto semplicemente sfiorando un sensore con il dorso della mano. Il trucco? Sotto la pelle è stato installato un microchip, per identificare ogni dipendente. Lo rivela un breve servizio televisivo di “EuroNews”, nella rubrica “Hi-Tech”, che mostra belle ragazze entrare e uscire dal complesso ultramoderno “Epicenter”, a Stoccolma, che ospita «imprese innovative» e si propone di accorpare aziende grandi e piccole dell’hi-tech sotto lo stesso tetto. «Gli impiegati possono aprire le porte con un chip impiantato nella mano», annuncia con soave naturalezza lo speaker di “EuroNews”. «L’Rfid, identificazione radio-frequenze, è un chip in pirex che contiene antenna e microchip: al posto del codice di accesso, l’impiegato deve solo portare la mano davanti al sensore». E attenzione, il dispositivo non serve solo per l’apertura delle porte: «Il personale può attivare la fotocopiatrice e scambiarsi dati tramite Smartphone». Ma è solo l’inizio: i dipendenti-cavia aiuteranno a sviluppare questa tecnologia verso impieghi fino a ieri inimmaginabili.
Microchip nella mano«Il chip – spiega Patrick Mesterton, co-fondatore di Epicenter – ha la dimensione di un grosso chicco di riso, circa 12 millimetri, e si applica sottopelle con una siringa». Inviando il codice Rfid, il chip «diventa uno strumento di identificazione che può comunicare con gli oggetti circostanti». Insomma, per Mesterton la cimice ultra-piccola è estremamente pratica: «Può aprire le porte, può comunicare col telefono cellulare, può inviare il vostro biglietto da visita alle persone che avete incontrato». Per ora le prestazioni del chip sottocutaneo sono limitate, ammette “EuroNews”, ma l’obiettivo è esplorare le possibilità che rappresenta, e ovviamente svilupparle.

domenica 29 marzo 2015

Germanwings: troppi dettagli non tornano, ecco quali sono.

Germanwings, la riflessione di Sascia Lucibello, consigliere comunale a Riparbella (PI)

Giusta riflessione quella nell'immagine... ma c'è di più.

La "versione ufficiale" (ovvero il suicidio del copilota) è basata su quanto emerso dalle registrazioni della scatola nera, recuperata e analizzata a tempo di RECORD!

Sarà andata come dicono loro... ma i misfatti sono tanti... e sostituire una scatola nera per i servizi segreti è facile come bere un bicchiere d'acqua.

Come mai durante la discesa, durata 9 minuti, il pilota non ha telefonato (con il satellitare di bordo) per informare di cosa stava accadendo, anziché gridare come un passeggero qualsiasi ?

Inoltre, la scatola nera appare danneggiata (normale, dopo lo schianto) e RUGGINOSA... e questo è strano. MOLTO strano, se aggiungiamo che secondo alcuni esperti, il modello di scatola nera mostrato al pubblico sarebbe obsoleto per il modello dell'aereo. Secondo Rosario Marcianò, "hanno voluto mostrare una scatola nera al pubblico"

PER ANALIZZARE TUTTI I DETTAGLI, GUARDA LA RICOSTRUZIONE: 

Germanwings: "è un complotto, ecco le prove"
http://caosvideo.it/v/germanwings-e-un-complotto-ecco-le-prove-5416

L'analisi dei fatti di Rosario Marcianò (comitato Tanker Enemy)
http://caosvideo.it/v/germanwings-troppe-cose-non-tornano-intervista-a-marciano-esclusiva-5388 - analisi dei misfatti e delle incongruenze.


Breve docufilm con ricostruzione dei fatti ed elenco delle incongruenze: DA VEDERE!  

#Germanwings, emergono sempre più particolari inquietanti; ecco un breve docufilm, con audio originale delle scatole...
Posted by Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com on Domenica 29 marzo 2015


GermanWings: è un complotto, ne è sicuro Rosario Marcianò, presidente del "Comitato Tanker Enemy" che si occupa di geoingegneria e altri misfatti. ECCO COME SONO ANDATE LE COSE SECONDO LUI! Cosa ne pensate????
Posted by La verità sul nuovo ordine mondiale on Sabato 28 marzo 2015
Staff nocensura.com

Fonte: nocensura


Boom di donne italiane che si prostituiscono in Ticino. Lo rivela la TV svizzera!

A cura di nocensura.com

Poche settimane fa, un'emittente televisiva svizzera ha dedicato un servizio ad un fenomeno nuovo a cui stanno assistendo i ticinesi: un vero e proprio boom di prostitute italiane, che varcano la frontiera per poter esercitare questa professione in modo regolare e sicuro, al riparo di sguardi indiscreti (anche se il numero dei clienti italiani è elevato...)

Proprio così. 

Se fino a qualche anno fa in Italia giungevano prostitute da tutti gli angoli del pianeta (in alcuni casi "volontarie", in altre costrette dal racketci stiamo trasformando, lentamente ma inesorabilmente, in un paese che esporta prostitute. Anche nel mercato italiano sono aumentate notevolmente le prostitute autoctone, che lavorano illegalmente in abitazioni.

ADDIO COMPRO ORO, CHIUDONO IN 13MILA, "GLI ITALIANI HANNO FINITO L'ORO DA VENDERE"

Le famiglie italiane hanno esaurito il tesoretto. Il settore del “compro oro”, dopo il boom degli anni 2010 e 2011, ha conosciuto infatti una forte contrazione, con una crisi che ha portato alla chiusura di tredicimila aziende nel triennio. È quanto emerge dai dati diffusi da Oroitaly (l’organizzazione che riunisce le pmi dell’oreficeria). “La versione realistica – afferma Gianni Lepre, segretario di Oroitaly è che gli italiani hanno dato via il loro tesoretto e si sono impoveriti ulteriormente.
Ma ecco in particolare i dati del settore orafo, Le aziende sul territorio italiano – sono passate da circa 35 mila a 22 mila, con un fatturato medio praticamente dimezzato. Se prima, infatti, le aziende del settore fatturavano circa 550-600 mila euro l’anno, oggi i ricavi annuali non superano le trecentomila euro. “Tutto questo – aggiungeGeneroso De Sieno, orafo e Presidente di Oroitaly – ha portato alla perdita di migliaia di posti di lavoro e alla curva discendente nella traiettoria di forte espansione dei negozi compro oro ad inizio decennio”.

Siamo alla pantomima: fanno pagare l'IMU alle seggiovie!!!


Gli impianti di risalita, che pagano le tasse in quanto mezzi di trasporto, devono anche pagare l’Imu in quanto non riconosciuti come mezzi di trasporto. E’ l’Italia, bellezza. Mica si può pretendere coerenza tra i vari apparati di questo Stato. L’importante è far cassa, in un modo o nell’altro. E poi, in realtà, la coerenza c’è. Perché, da tempo, e’ in atto un attacco alla montagna. L’Italia e’ un Paese montano, tra Alpi ed Appennini. La pianura e’ una parte minoritaria. Ma in pianura vive la maggioranza degli italiani mentre le terre alte sono spopolate. Dunque il piano va a caccia di risorse del monte. Che si tratti di risorse naturali a partire dall’acqua e dall’energia (idroelettrica e biomasse) o che si tratti di tasse. Prima l’attacco al pellet, ora la grande idea dell’Imu sulle seggiovie. Sia chiaro: non sui bar all’arrivo degli impianti o sulle piste da sci, proprio sugli impianti a fune. La coerenza di un attacco concentrico per rubare tutto il rubabile. Ovvio che la prima conseguenza di una tassa in più sarà l’aumento dei prezzi per l’utilizzo degli impianti. Prezzi più alti, minor numero di turisti. Sempre più stranieri e sempre meno italiani, che non si possono più permettere una vacanza. E allora non è un caso l’attacco del ministro Poletti contro le vacanze lunghe delle scuole: se in vacanza non potete più andare, tanto vale che i ragazzi lavorino gratis durante l’estate.

Il nuovo vaccino Gardasil9: raddoppiato il quantitativo di alluminio. La FDA approva!

gardasil9La U.S. Food and Drug Administration (FDA) ha dato il via libera  ad una nuova versione del vaccino controverso, che contine ora un allarmante alto livello di alluminio, una nota neurotossina.

(NaturalHealth365) Mentre la controversia  sul vaccino HPV continua a covare,  la U.S. Food and Drug Administration (FDA) ha dato il via libera  ad una nuova versione del vaccino controverso, che contiene ora un allarmante alto livello di alluminio, una nota neurotossina. Nella sua fretta di approvare il vaccino ,la FDA ha anche bypassato un importante passaggio di sicurezza.
Nella sua lettera di approvazione alla Merck, il comitato del Center for Biologics Evaluation and Research (CBER) della FDA, ha approvato il vaccino Gardasil 9, affermando che non vedeva il bisogno di sottoporre la richiesta del gigante farmaceutico al  Vaccines and Related Biological e quindi al Products Advisory Committee (VRBPAC) - comitato consultivo prodotti- , il cui compito è controllare e valutare i dati  sulla efficacia, l'uso appropriato e la sicurezza dei vaccini.

ECCO COME GLI SCAFISTI DERIDONO GLI ITALIANI

Gli scafisti deridono gli italiani: "Facciamo 800mila euro a tratta ​e in patria diventiamo dei miti"

Ecco le conversazioni choc di tre scafisti rinchiusi in carcere: Quando torniamo, dobbiamo comprare una nuova barca. Speriamo di riempirla..."




Di Sergio Rame - Il Giornale


Il barcone naufragato viene raccolto da una nave mercantile che deve fare rotta nel porto del capoluogo ligure.
Nonostante cerchino di confondersi tra i clandestini, gli scafisti vengono presi e sbattuti in cella al carcere di Marassi.
Qui parlano liberamente, senza sapere della cimice che registra le loro conversazioni. Per loro essere arrivati a portare gliimmigrati fino a Genova è un motivo di vanto. "Perché nessuno è mai arrivato fino qui - si lodano gli egiziani Idris, Hani e Abdalla - in patria diventeremo dei miti, quando tutti sapranno che siamo riusciti ad arrivare fino nel porto di Genova diventeremo famosi. Nessuno dei migranti è stato mandato indietro". Dietro alle sbarre parlano anche del risvolto pubblicitario che avrà il viaggio. "Quando sapranno che tutti quelli che erano a bordo - dice Mohamed, un loro connazionale recluso - sono entrati a Genova con il vostro viaggio lavorerete proprio tanto".

sabato 28 marzo 2015

Maltrattamenti e uccisione animali non sono reati tenui ma crimini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
“La norma sulla ‘tenuita”, in vigore dal 2 aprile, è residuale, inapplicabile di fatto, ai reati contro gli animali. Maltrattamenti e uccisioni non solo continueranno ad essere perseguibili ma non archiviabili nella stragrande maggioranza dei casi anche alla luce del nuovo articolo 131-bis del Codice penale voluto dal Governo e avallato dalla grande maggioranza del Parlamento. I reati contro gli animali rimangono quindi perseguibili d’ufficio e ogni Forza di polizia e’ tenuta a intervenire pena la denuncia per omissione d’atti d’ufficio. Le guardie zoofile continueranno pertanto ad agire per reprimere i reati contro gli animali, dimostrando la gravita’ dei reati in ogni occasione”.
Lo dice l’Oipa, l’Organizzazione internazionale Protezione animali, a proposito del decreto di Depenalizzazione. Per l’Oipa si tratta “di un brutto articolo, proposto per ottenere, forse, una giustizia più veloce dando pieno mandato alle Procure di sfoltire i procedimenti per le previsioni fino a cinque anni di reclusione; ma non è una depenalizzazione e peraltro vede fra le pochissime eccezioni all’applicazione della ‘tenuità del fatto’ i motivi abietti o futili, la crudeltà, ‘anche in danno di animali’.” In più, “l’obbligo per la Procura di notificare sempre e comunque alla persona offesa, compresi gli Enti che, come le associazioni animaliste, perseguono ‘finalità di tutela degli interessi lesi dai reati contro gli animali’, l’eventuale richiesta di archiviazione permettendo così una strenua opposizione all’istituto anche nei casi più blandi, facendo valere il principio inderogabile di derivazione comunitaria che mai può essere un fatto tenue, ciò che comporta la compromissione della vita e della salute di un singolo animale”, spiega l’Organizzazione.

BRUXELLES AUTORIZZA GLI OLI D’OLIVA DEODORATI!!!

PORTE APERTE A MISCELE DI OLI DI DUBBIA QUALITA’. Questo il rischio che comporta l’entrata in vigore, del nuovo regolamento comunitario che autorizza la vendita di olio con dicitura ‘extra-vergine’ con un quantitativo massimo di alchil esteri pari a 150 mg/kg, composti chimici che si formano nei prodotti di scarsa qualità.”La presenza di oli deodorati deve almeno essere indicata in etichetta “Il nuovo regolamento comunitario autorizza la vendita di olio con dicitura ‘extra-vergine’ con un quantitativo massimo di alchil esteri pari a 150 mg/kg, composti chimici che si formano nei prodotti di scarsa qualità. Questa norma rischia di spalancare le porte dei mercati europei a miscele di olii di dubbia qualità, poiché un olio ottenuto da olive sane spremute subito dopo la raccolta contiene al massimo 10-15 mg/kg di alchil esteri, che possono arrivare in via eccezionale a 30. Il limite di 150 mg/kg, fissato dal regolamento europeo, non è rappresentativo di un olio extra-vergine ottenuto da olive sane e non scoraggia i produttori dal miscelare olio extra-vergine con un prodotto di qualità inferiore come il deodorato con elevati valori di alchil esteri.

Quando Grillo demoliva le menzogne delle lobby big pharma

Durante i suoi famosi tour "Apocalisse Morbida" l'ex comico genovese affrontava questioni spinose e censurate dai mass media. Ha parlato di signoraggio bancario e della truffa legalizzata rappresentata dal sistema monetario; ha dato risalto ai "medici eretici", tra cui un premio Nobel, che ritengono che su AIDS la "scienza ufficiale" stia prendendo un granchio. Tra i tanti argomenti che affrontava, ci sono i VACCINI obbligatori, ed il sistema di interessi che ruotano intorno ad essi. Nel video Grillo racconta aneddoti e questioni poco conosciute, di cui i media tradizionali si guardano bene dal parlare.


Beppe Grillo sulla MAFIA delle big pharma sulla pelle dei cittadini: la salute è un business immenso, tra malattie inventate e cure costosissime ed inefficaci.... VIDEO
Posted by Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com on Venerdì 27 marzo 2015


BEPPE GRILLO SUI VACCINI: Ne parlava già 10 anni fa, raccontando vicende e scandali censurati... sui vaccini ci sono interessi planetari, secondi solo alla lobby del cancro!!! (...)
Posted by Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com on Venerdì 27 marzo 2015

tratto da nocensura.com

Le grandi aziende della moda sfruttano manodopera da 50 cent l'ora. Anche bambini!

MODA SCHIAVISTA – “GAP”, “H&M”, “ADIDAS”: TUTTI MARCHI CHE SI FANNO CUCIRE I VESTITI IN CAMBOGIA PER 50 CENTESIMI L’ORA, DA OPERAI CHE SVENGONO IN MASSA E BAMBINI DI 12 ANNI TRATTATI AL PARI DEGLI ADULTI
Usare la toilette una o due volte nelle dieci ore di lavoro, fa molto arrabbiare i capi. Le donne incinte vengono licenziate. Dal 2011, ogni anno, sono svenuti dai 1.500 ai 2.000 operai, spesso a gruppi di 100, per mancanza di aria, cibo e riposo…
Patrick Winn per “Global Post” - da dagospia.com 
 Nessuno si aspetta un paradiso dentro una fabbrica cambogiana che sfrutta i lavoratori ma il nuovo rapporto del “Human Rights Watch” rivela che le condizioni non sono solo pessime, ma violente in modo criminale. Gli Stati Uniti sono la destinazione top dei vestiti “Made in Cambodia”, cuciti per marchi come “Gap”, “Marks & Spencer” e “Adidas”. Catene come “H&M” possono vendere le felpe a 25 dollari perché le donne cambogiane cuciono per 50 centesimi all’ora.
 Le fabbriche cambogiane sono notoriamente sgradevoli, calde e rumorose. Dal 2011, ogni anno, sono svenuti dai 1.500 ai 2.000 operai, spesso a gruppi di 100. Le cause sono la mancanza di aria e di ventilazione, i fumi tossici, la poca alimentazione e l’assenza di riposo. E quando hanno fatto sciopero per chiedere un aumento, la polizia ha sparato (12 morti solo l’anno scorso).

venerdì 27 marzo 2015

DER SPIEGEL SHOCK: ''LA GERMANIA FORTE COME NON SI VEDEVA DAI TEMPI DEL TERZO REICH''


DER SPIEGEL SHOCK: ''LA GERMANIA FORTE COME NON SI VEDEVA DAI TEMPI DEL TERZO REICH'' 

BERLINO - In una lettera aperta al cancelliere tedesco Angela Merkel, l'opinionista del settimanale tedesco "Spiegel", Jakob Augstein, accusa la leader della Cdu di aver distrutto la coesione europea e le chiede di sostenere la creazione degli Stati Uniti d'Europa. "Cara Signora Merkel, Lei viene vista come una persona di poche pretese. La storia, pero', La ricordera' diversamente".

Secondo Augstein, Merkel rischia di essere ricordata in futuro "come il cancelliere che ha ucciso l'integrazione europea": "In questo momento Le stanno passando davanti agli occhi le eredita' di Adenauer, di De Gaulle, di De Gasperi e di Kohl: proprio ora, nel momento in cui i tedeschi sono forti come - mi dispiace dirlo - non si vedeva dal Terzo Reich".

Merkel, scrive Augstein, ha la responsabilita' di avere assecondato e in parte causato la ripresa dei sentimenti di rivalsa nazionale in Europa. "Noi ricorderemo Helmut Kohl come il padre dell'unita' tedesca e dell'euro. Come un grande europeista. Ma come dobbiamo ricordare Lei, Signora Merkel? Come il cancelliere che ha ucciso l'integrazione europea?", si chiede Augstein. "Nel 2010 inveiva contro una moneta unica che 'permette ad alcuni di fare molte ferie e agli altri di farne molte meno': forse non sapeva che allora i greci sgobbavano da mattina a sera per riuscire a superare la crisi nel loro paese?"

11 Settembre: La maggioranza dei cittadini crede ancora alle favole del governo

A distanza di 14 anni dalla tragedia delle twin towers, è incredibile come nonostante siano emersi moltissimi elementi che dimostrano in modo netto ed inequivocabile che la ''versione ufficiale'' raccontata dal governo americano non regge, la maggioranza delle persone ancora dubitano che sia stato un false flag.

Certo, appare inconcepibile, da certi punti di vista. Difficile credere che la follia umana arrivi a tanto.

"Basterà mantenere i piccoli segreti. Per quelli grandi ci proteggerà l'incredulità della gente" (cit)

GUARDATEVI IL DOCUMENTARIO "11 SETTEMBRE LA NUOVA PEARL HARBOR... DI MASSIMO MAZZUCCO... nessuna "teoria complottista" solo una seria disamina della vicenda. FATTI E PROVE e non "teorie". Lo trovate qui

Sappiate che MIGLIAIA DI ARCHITETTI ED INGEGNERI si sono riunioni nell'associazione "architects and engineers for 911 truth" (architetti ed ingegneri per la verità sull'11settembre) vedi http://www.ae911truth.org/

Poi c'è l'associazione dei familiari delle vittime che chiede verità e giustizia: e molte famiglie non hanno aderito solo perché hanno ottenuto cospicui risarcimenti per la morte del familiare, si sono fatti convincere dalle onorificenze ricevute dal governo, etc. e non concepiscono che le cose siano potute andare diversamente


Staff nocensura.com


A distanza di 14 anni dalla tragedia delle twin towers, è incredibile come nonostante siano emersi moltissimi elementi...
Posted by Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com on Venerdì 27 marzo 2015

Fonte: nocensura.com



Un cartone animato giapponese illustra il bombardamento nucleare di Hiroshima

Un cartone animato a dir poco geniale, che spiega in modo impeccabile e comprensibile a tutti, anche a chi non ha le minime conoscenze economiche, la truffa monetaria, ovvero il fatto che l'emissione monetaria, in quasi tutte le nazioni del mondo ("casualmente" le poche nazioni che posseggono la propria sovranità monetaria, sono quelle incluse dell'elenco degli "stati canaglia" dagli USA) sia gestito da banchieri privati. Proprio così: la BCE, come l'americana FED, non sono istituzioni pubbliche, come erroneamente ritenuto dalla maggioranza delle persone, ma vere e proprie banche private! La BCE come potete leggere anche su wikipedia, è di proprietà delle banche centrali nazionali che compongono l'eurozona. La Banca d'Italia per esempio, possiede il 13% delle quote. Ma chi controlla la banca d'Italia? Le banche private! I soci sono indicati, anche in questo caso, persino su wikipedia, e come potete osservare l'unico ente pubblico che possiede una piccola percentuale della banca d'Italia è l'INPS, che controlla il 5% delle quote. I banchieri privati creano dal NULLA la moneta, e la prestano alle nazioni esigendo un tasso di interesse. In Italia paghiamo qualcosa come 100 miliardi all'anno solo di interessi sul debito pubblico. Una cifra astronomica che ogni anno viene sottratta agli italiani mediante le tasse e consegnata ai banchieri privati...

Fonte: caosvideo


Quando si parla di 2° guerra mondiale, che ha provocato decine di milioni di morti, si parla quasi solo dei crimini...
Posted by Informati on Venerdì 27 marzo 2015



I capelli sono un'estensione del sistema nervoso: ecco perchè gli indiani nativi li tenevano lunghi.

Del genocidio degli americani nativi i nostri libri di storia, scritti da chi ha compiuto i massacri, parlano marginalmente. Ci parlano della 'scoperta dell'America' come se fino a quel momento quelle terre non esistessero, in realtà l'America era li, e le popolazioni che la abitavano vivevano benissimo, senza le nostre ingerenze. Siamo andati a massacrarli, conquistarli, gli abbiamo strappato i terreni, e ci siamo impadroniti di quel bellissimo territorio, trasformandolo in una nazione guerrafondaia come gli States sono oggi. Ottimo lavoro...

Gli 'indiani nativi', le popolazioni americane, vengono descritte come selvagge, arretrate culturalmente, vogliono farci credere che abbiamo portato benessere e progresso in America, in realtà gli indigeni vivevano a contatto con la natura, con gli animali, e nel pieno rispetto di essi. Vivevano in simbiosi con Madre Natura e con la Terra. Non conoscevano depressione, stress, la vita era molto felice nelle tribù indiane. Avevano una spiritualità, e una consapevolezza che anche oggi noi occidentali nemmeno ci sogniamo!!! 

LaStella    

I CAPELLI? UN'ESTENSIONE DEL SISTEMA NERVOSO: ECCO PERCHE' GLI INDIANI LI TENGONO LUNGHI - Tradotto da Cristina Bassi - The living Spirit

Questa informazione è stata tenuta nascosta dal tempo della guerra in Vietnam. La nostra cultura porta le persone a pensare che i capelli siano una questione di preferenza personale, che la pettinatura sia una questione di moda e/o convenienza e che il modo in cui le persone tengono i loro capelli sia semplicemente una questione di cosmetica.   Tornando alla guerra del Vietnam, tuttavia, emerge un quadro completamente diverso, un quadro accuratamente celato e tenuto nascosto al grande pubblico.  All’inizio degli anni 90 Sally (nome di fantasia per proteggere la privacy) era sposata con uno psicologo che lavorava al VA Medical Hospital e che lavorava con veterani di combattimento che soffrivano di un disturbo da post stress traumatico: la piu’ parte di loro aveva servito in Vietnam.

indiano-e-capelli-lunghi2-772x1024 Sally: “Mi ricordo benissimo di una sera in cui mio marito tornò a casa portando con sé un raccoglitore ufficiale molto consistente. Dentro c’erano centinaia di pagine di certi studi commissionati dal governo. Era shockato dal suo contenuto. Quel che lesse in quei documenti cambio’ radicalmente la sua vita. Da quel momento in poi mio marito, conservatore di mezza età, lascio’ crescere i suoi capelli e barba senza piu’ tagliarseli. Ma on è tutto: il VA Medical Center glielo lascio’ fare ed altri uomini molto conservatori del suo staff seguirono il suo esempio. Quando lessi i documenti capii perché”. Sembra che durante la Guerra del Vietnam delle forze speciale nel dipartimento della Guerra avessero spedito degli esperti agenti segreti per setacciare le riserve degli Indiani d’America, alla ricerca di talent scouts, giovani forti addestrati a muoversi furtivamente in un aspro terreno . Cercavano soprattutto uomini con abilità di inseguimento eccellenti, quasi sovranaturali. Prima di essere avvicinati, di questi uomini selezionarti con cura, si aveva documentazione attestante che erano esperti in sopravvivenza ed inseguimento. Con le solite lusinghe, le frasi ammalianti d’uso per arruolare nuove reclute, si stilava una lista di alcuni di questi indiani abili nell’inseguimento,  dopodiché accadeva una cosa incredibile. Qualsiasi fosse il talento o l’abilità che essi possedevano nella riserva…improvvisamente queste sembravano scomparire misteriosamente, poiché recluta dopo recluta fallivano nel compito sul campo. Fallimenti nelle prestazioni  e seri accidenti portarono il governo a stipulare un contratto per un costoso test di queste reclute e questo fu cio’ che ne emerse:

INAUDITO! Legge antiterrorismo, lo Stato ora potra' entrare nei nostri computer!

...con l'emendamento all'Art.266bis, comma 1 del Codice di procedura penale, altro che intercettazioni telefoniche. Potranno entrare nei nostri computer, in remoto, con captatori occulti (Trojan - Keylogger - Sniffer...) e frugheranno a loro piacimento. Ossia IL PHISHING DI STATO... 

Il provvedimento antiterrorismo modifica il codice di procedura penale così:

All’articolo 266-bis, comma 1, del codice di procedura penale, dopo le parole: «è consentita l’intercettazione del flusso di comunicazioni relativo a sistemi informatici o telematici ovvero intercorrente tra più sistemi», sono aggiunte le seguenti: anche attraverso l’impiego di strumenti o di programmi informatici per l’acquisizione da remoto delle comunicazioni e dei dati presenti in un sistema informatico.

con questo emendamento l’Italia diventa, per quanto a me noto, il primo paese europeo che rende esplicitamente ed in via generalizzata legale e autorizzato la “remote computer searches“ e l’utilizzo di captatori occulti da parte dello Stato!

il fatto grave è che questo non lo fa in relazione a specifici reati di matrice terroristica (come fa pensare il provvedimento), ma per tutti i reati “commessi mediante l’impiego di tecnologie informatiche o telematiche” (art.266 bis).

se non interveniamo, da domani per qualsiasi reato commesso a mezzo del computer -dalla diffamazione alla violazione del copyright o ai reati di opinione o all’ingiuria- sarà consentito violare da remoto in modo occulto il domicilio informatico dei cittadini. 

giovedì 26 marzo 2015

NUOVA BASTONATA SULLA CASA! ECCO DI QUANTO AUMENTERANNO LE TASSE

Nuova batosta in arrivo per le famiglie italiane che possiedono una casa: secondo Unimpresa con la riforma del catasto potrebbe arrivarci una vera e propria stangata, con aumenti fino al 200%!!! Nuovi sacrifici in vista ... "state sereni"...

Informatitalia
- - -

Catasto. Unimpresa, rischio stangata fiscale fino al 200%

plansCon la riforma del catasto, che prevede, in particolare, il passaggio dal vecchio sistema dei vani a quello dei metri quadrati, c’è il rischio di una nuova stangata fiscale, causata dall’incremento del valore catastale degli immobili e quindi della base imponibile, fino a quasi il 200%. I nuovi sistemi porteranno inevitabilmente a un aumento dei valori degli immobili, avvicinandoli o allineandoli ai prezzi di mercato: gli incrementi oscilleranno dal 52% dei piccoli centri al 197% in alcune zone mai aggiornate delle grandi città. Tali incrementi si tradurranno in un allargamento della base imponibile sia ai fini Irpef sia ai fini della Tasi e dell’Imu. Così Unimpresa nel giorno in cui l’Agenzia delle Entrate fornisce in una circolare le prime indicazioni con l’identikit operativo delle nuove commissioni censuarie chiamate a coadiuvare l’Amministrazione finanziaria nell’ambito della riforma del Catasto. Per evitare l’ennesima stangata sui contribuenti sarà pertanto opportuno lavorare con grande attenzione nelle commissioni e sarà soprattutto importante che il governo, a livello centrale e a livello locale, faccia di tutto per assicurare il funzionamento della clausola, inserita nella riforma, volta a garantire l’invarianza del gettito fiscale.
Ufficio Stampa Unimpresaa cura dell’Ago Press
Fonte: unimpresa.it


Metro A di Roma Capitale, 25/03/2015 - Giudicate voi...


Roma - Mercoledì 25 Marzo, ore 09:40 circa, stazione Termini. Metro A strapiena, passeggeri pressati come sardine e molti costretti a restare a terra, sulle banchine stracolme. I treni che partivano da Anagnina, dopo poche fermate, a Porta Furba, erano già stracolmi. Tempi di attesa dilatati su tutta la linea, un treno ogni 5 minuti. Immaginate una mamma che deve far salire il passeggino... semplicemente impossibile.

Per tutelare la privacy dei viaggiatori, abbiamo oscurato i volti, ma crediamo che il video renda l'idea della situazione. Le porte che non si chiudono e la molta gente rimasta in banchina si commentano da soli...

Video di nocensura.com - http://facebook.com/nocensura

Matteo Salvini contestato dai centri sociali. Via sotto scorta e alza il dito medio

Dopo la vicenda di Bologna, dove l'auto di Salvini travolse alcuni manifestanti che volevano bloccare l'auto, il leader leghista ancora alle prese con i centri sociali. Accolto da contestazioni, se ne è andato scortato, e ha alzato il dito medio...  VIDEO



Dopo la vicenda di Bologna, dove l'auto di Salvini travolse alcuni attivisti dei centri sociali che cercavano di bloccare la sua macchina per impedirgli di raggiungere il campa nomadi che avrebbe dovuto visitare, il leader leghista si trova nuovamente a fronteggiare i militanti dei centri sociali, questa volta a Milano.
Salvini si è presentato circondato da una nutrita scorta, mentre i contestatori hanno iniziato a rivolgergli insulti di ogni tipo: "fai schifo" - "facci vedere il rolex, mangiapane a tradimento" e altre parole pesanti.
Salvini ha passeggiato per alcune decine di metri, seguito dalla scorta, da un nutrito numero di giornalisti e cameraman, e dai contestatori. Quando alcuni attivisti hanno provato ad avvicinarsi, accennando alle inchieste che coinvolgono la Lega Nord, o pronunciando offese, ci sono stati attimi di tensione, la scorta si è ben stretta intorno al leader leghista, che ha chiesto alle forze dell'ordine di fermare i contestatori: "questi fermateli qua, mi sono rotto..." ha chiosato Salvini. Che subito dopo, sempre accompagnato da insulti di ogni genere, è entrato in auto e se ne è andato, sporgendo il braccio fuori dal finestrino, per insultare i contestatori.
Al di là delle idee politiche di ciascuno, viene da chiedersi se comportamenti come questo, che gettano benzina sul fuoco, siano auspicabili dai leader partitici. Salvini non è il primo, ne sarà l'ultimo politico a "mandare a quel paese" i contestatori, ma si tratta di una inutile caduta di stile. E premesso che certe contestazioni sono esagerate, e sfociano nella violenza (da condannare senza ma e senza se) quando una persona si espone in politica e propaganda certe idee, deve anche accettare le contestazioni, che però dovrebbero rimanere sempre nei limiti imposti dalla civiltà e dal buon senso. Ognuno deve aver diritto di manifestare le proprie idee, sempre.

Informatitalia

Video da Il Fatto Quotidiano


Le compagnie aeree più e meno sicure del mondo

Il portale AirlineRatings.com ha redatto la classifica delle compagnie aeree più affidabili del mondo, assegnando un punteggio da zero a sette alla sicurezza di ogni flotta
Di Filippo Piva - wired.it
Qantas 1
Il tragico incidente dell’Airbus A320 della Germanwings riaccende inevitabilmente i riflettori sul tema della sicurezza area. Il portaleAirlineRatings.com, in particolare, si occupa di redigere vere e proprie pagelle delle compagnie aeree in servizio, assegnando ad ognuna di loro un punteggio da zero a sette per la sicurezza. E ogni anno pubblica una sorta di classifica delle più affidabili e delle meno affidabili.

Cina, più cemento in tre anni di quello usato dagli Usa in un secolo

L'inquinamento prodotto dalla Cina è qualcosa di incredibile... ma il "merito" è delle grandi multinazionali, che portano in Asia i macchinari dismessi nelle aziende occidentali perché troppo inquinanti...
- - - 
La Cina ha consumato più cemento tra il 2011 e il 2013 di quello usato negli Usa in tutto il Ventesimo secolo. Il dato, sconcertante, arriva da un’analisi dello storico Vaclav Smil, che si è basato sulle stime della US Geological Survey e della International Cement Review...

Di Valentina Neri - Valori.it

La Cina ha consumato più cemento tra il 2011 e il 2013 di quello usato negli Usa in tutto il Ventesimo secolo. Il dato, sconcertante, arriva da un’analisi dello storico Vaclav Smil, che si è basato sulle stime della US Geological Survey e della International Cement Review. 
Cina e Stati Uniti – ricorda il Washington Post – hanno un’estensione geografica tutto sommato simile, attestandosi rispettivamente al terzo e al quarto posto per superficie al mondo. Ma la Cina ha una popolazione che è oltre quattro volte quella statunitense nel 2015 e ben nove volte quella statunitense degli anni Cinquanta. Per costruire la stragrande maggioranza delle proprie infrastrutture e dei propri grattacieli, durante il Ventesimo secolo gli Usa hanno usato all’incirca 4,4 gigatonnellate di cemento (una gigatonnellata equivale a un miliardo di tonnellate). Nei tre anni tra il 2011 e il 2013, la Cina ne ha consumate 6,4 gigatonnellate

Armi: novità per la detenzione, serve il certificato medico

Armi

Lo comunica la Polizia di Stato, sul sito ufficiale:
Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi deve presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all'acquisto, previsto dall'art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.
Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l'acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco).
La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol.
Il certificato medico in questione è rilasciato dal medico provinciale o dall'ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare.
Sono esentati dall'obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l'entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d'armi o di un nulla osta all'acquisto di armi.

Sanzioni alla Russia: persi altri 236 milioni di euro!

A FEBBRAIO, ALTRA CATASTROFE DEL MANCATO EXPORT IN RUSSIA: DANNI PER 236 MILIONI DI EURO (PIU' 1,25 MLD DA AGOSTO 2014)


Le esportazioni di prodotti Made in Italy in Russia sono crollate del 29 per cento nel mese di febbraio, per una perdita di circa 236 milioni di euro. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat sul commercio extra Ue.

Dai dati è evidente - precisa la Coldiretti - che le tensioni politiche hanno avuto riflessi anche sugli scambi non colpiti direttamente dall'embargo, ma particolarmente significativi per l'Italia.

Resta pesante - sottolinea la Coldiretti - il bilancio per i prodotti interessati direttamente dal blocco scattato dal 7 agosto che ha sancito il divieto all'ingresso di una lista di prodotti agroalimentari che comprende frutta e verdura, formaggi, carne e salumi, ma anche pesce.

Ai danni diretti - evidenzia la Coldiretti - vanno aggiunti quelli indiretti determinati dalla diffusione sul mercato russo di imitazioni low cost dei prodotti italiani che rischiano di scalfire l'immagine dei prodotti originali nel tempo, dal parmesan al provolone, dalla mozzarella al salame.

mercoledì 25 marzo 2015

Il Congresso USA decide per l’invio di armi letali all’Ucraina e seppellisce gli accordi di Minsk



La esile tregua di Kiev, già violata per oltre 50 volte dalle autorità di Kiev, con i bombardamenti ripresi sulla zona di Donetsk ( soltanto ieri si sono registrate diverse vittime civili tra cui una bambina di 10 anni ed un adolescente di 14), viene definitivamente annullata per decisione del Congresso USA e darà luogo ad una ripresa del conflitto.
Questo il risultato della decisione, presa a maggioranza dal Congresso USA, di inviare armi pesanti e letali all’Ucraina che seppellisce definitivamente gli accordi di pace sottoscritti a Minsk il 12 Febbraio con l’avallo della Germania, della Francia e della Russia.
Il rappresentante russo, vicepresidente del raggruppamento “Russia Unita” presso Duna (Parlamento russo), Franz Klintsevich, lo ha dichiarato esplicitamente: “i congressisti statunitensi devono essere consapevoli che ogni sforzo di ottemperare agli accordi di Minsk sarà vano, una volta che questi abbiano deciso di inviare armi letali all’Ucraina”. Queste dichiarazioni hanno fatto seguito alla richiesta fatta dal Congresso USA ad Obama di inviare armi letali al governo dell’Ucraina.
“Quanto approvato ieri dal Congresso USA è una chiara dimostrazione che le autorità USA stanno facendo una chiamata alle armi per riprendere la guerra in Ucraina”, ha sottolineato Klintsevich.

Archivio blog