sabato 28 febbraio 2015

Dall’abbattimento di un aereo britannico in Iraq , viene allo scoperto il “doppio gioco” delle forze anglo Americane in Iraq ed in Siria


Dall’abbattimento di un aereo britannico in Iraq , viene allo scoperto il “doppio gioco” delle forze anglo Americane in Iraq ed in Siria

Forze irachene hanno comunicato di aver abbattuto  due aerei britannici che rifornivano di armi il gruppo terrorista dello Stato Islamico (ISIS). Lo ha annunciato il Lunedì il parlamentare iracheno Hakem al-Zameli.
L’abbattimento dei due aerei britannici ha avuto luogo  Lunedì scorso nella provincia occidentale di Al.Anbar, una  zona che gli USA preferiscono mantenere come un cortile secondario del conflitto nelle vicinanze della capitale irachena, Bagdad.
L’esponente parlamentare iracheno ha dichiarato da questa zona, che è caratterizzata  da  ampi spazi aperti, arrivano informazioni ogni giorno dalla popolazione locale che ha denunciato il sorvolo di aerei del Regno Unito e degli USA che portano armamento destinato ai gruppi dello Stato Islamico..
Lo stesso A-Zameli ha anche assicurato che la sua commissione parlamentare dispone di immagini di questi aerei britannici abbattuti ed ha richiesto alle autorità di Londra spiegazioni in merito.

Dal commercio di oppio alla maxi evasione fiscale...

DAL COMMERCIO DELL'OPPIO ALL'EVASIONE FISCALE SISTEMATICA, LA STORIA DI UNA BANCA DAL PRESENTE NEBBIOSO


DI ERIC TOUSSAINT
bastamag.net

Gli scandali continuano a colpire la Hong Kong and Shangai Banking Corporation (HSBC). Dopo
essere stata l'arma finanziaria dell'esercito britannico in Asia, la banca è ora infangata dal
dossier SwissLeaks, uno scandalo dalle molteplici sfaccetature, dalla frode fiscale in Francia agli
affari politici e finanziari in Spagna o in Grecia. Senza dimenticare altri crimini e manipolazioni.



La banca HSBC si riprende le prime pagine. Secondo le informazioni pubblicate su diversi giornali
il 9 febbraio 2015, 180,6 miliardi di euro sarebbero stati spesi, a Ginevra, per conto dell'HSBC, tra
il 9 novembre 2006 e il 31 marzo 2007- ossia in meno di 5 mesi! Mohamed IV re del Marocco,
celebrità del mondo dello spettacolo, alcune società private, avrebbero delegato a HSBC la
missione di occultare al fisco e alla giustizia dei loro Paesi una parte delle rendite.

In quest'articolo, torniamo sulla storia passata e recente dell'HSBC, una delle principali banche
private al mondo.


UNA BANCA NATA DAL COMMERCIO DI OPPIO
La sigla HSBC significa Hong Kong and Shangai Banking Corporation. Dalle sue origini la banca è
immischiata nel commercio internazionale di droghe pesanti. Fu fondata a seguito della vittoria
Britannica contro la Cina nelle due guerre dell'oppio (1839-1842 e 1856-1860). Queste due guerre
risultarono cruciali per il consolidamento dell'impero britannico e la marginalizzazione della Cina,
durata circa un secolo e mezzo. Durante queste due guerre, il Regno-Unito riuscì ad imporre alla
Cina di accettare le esportazioni britanniche d'oppio di provenienza Indiana, componente
dell'impero britannico. La Cina tentò di contrastare il commercio di oppio, ma l'arma britannica
con il sostesgno di Washington, ebbe il sopravvento.

ESERCITAZIONI NUCLEARI DELLA NATO IN ITALIA: NESSUNO NE PARLA!


Esercitazioni nucleari NATO in Italia. Qui da noi non ne parla nessuno. Neanche i blogger più attenti. Si chiama “Steadfast Noon 2014” (“mezzogiorno inesorabile”) l’operazione che la NATO sta conducendo nella base militare di Ghedi vicino a Brescia. 

Niente di nascosto: è tutto ufficiale. Basta guardare il calendario della NATO. O l’AIP, la pubblicazione ufficiale che contiene le informazioni aeronautiche essenziali per la navigazione aerea in Italia. 

Steadfast Noon è il nome in codice delle esercitazioni nucleari che le forze aeree dell’alleanza atlantica conducono annualmente in un paese a turno. All’Italia è toccato nel 2010, nel 2013 e ancora quest’anno. L’Italia ospita 70 delle 180 testate nucleari presenti in Europa. 

Alle esercitazioni partecipano sette paesi: Belgio, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Turchia e Stati Uniti e Italia. I loro aerei sono stati fotografati da appassionati presenti a Ghedi e le foto postate online. 

Critichi M5s? Pioggia di insulti e offese! Ma è normale voler impedire critiche???

Cari amici del M5s, le critiche si accettano. A meno che non ci sia delle manipolazioni volte a diffamare o distorcere tutto, ma non è certo questo il caso. Vedere decine di decerebrati che insultano in ogni modo un blog, è una VERGOGNA per i sostenitori del M5s. Quasi nessuno risponde nel merito, preferendo gridare "venduti", "pagati dal pd", etc... PIETOSO!!! PIETOSO!!! Chi va in giro a insultare per difendere M5s è il primo che danneggia m5s, ricordatevelo.

di seguito il post di nocensura.com


Molti sostenitori del M5s ieri si sono arrabbiati, arrivando a insultare, sulla nostra pagina Facebook, solo perché abbiamo condiviso questo video. E' mai possibile pretendere che un blog non "osi" proferire critiche a chicchessia? SU QST PAGINA NON CI SONO "INTOCCABILI" E LE CRITICHE DOVREBBERO ESSER ACCETTATE. Anche se non le condividete. QUESTA è LA DEMOCRAZIA. Se non siete d'accordo dite la vs e argomentate! ARGOMENTATE! Senza offendere, cosa che squalifica chi lo fa.
Secondo noi l'apertura all'ISIS di Di Battista è stata fuori luogo, così come lo è stato l'opposizione del m5s alla fornitura di armi al popolo curdo iracheno. ARMI USATE PER DIFENDERSI DALL'ISIS... consegnate in ambito ONU... non armi usate per attaccare altre nazioni!

Lo possiamo dire liberamente, o dobbiamo chiedere il permesso agli hoolingans del m5s?
POSSIAMO ESPRIMERE I NOSTRI PENSIERI SENZA VEDERCI RICOPRIRE DI INSULTI? 

Staff nocensura.com

Il video "incriminato":

Tenente Colonnello Gianfranco Paglia asfalta e umilia Di Battista!

Un estratto di Servizio Pubblico, dove il grillino Di Battista, quello che proponeva di andare a trattare con i terroristi ISIS, umiliato da un Tenente Colonnello. Evidenzia anche il populismo grillino sulle armi "regalate" ai curdi per difendersi da ISIS. Di Battista gioca a fare il pacifista, ma i primi pacifisti, come dice il Tenente Colonnello, sono i militari che rischiano la vita in missione. Che in certi casi è inevitabile. FONTE




venerdì 27 febbraio 2015

Mangiare biologico per una settimana riduce i livelli di pesticidi nel corpo del 90%

Organic-Fruits-Market-Veggies
Di Riccardo Lautizi (Dioni) - dionidream.com 
Mangiare bio per dire addio ai pesticidi e godere di una salute migliore? Un nuovo studio, che verrà pubblicato ufficialmente nell’edizione di luglio 2014 dell’International Journal of Environmental Research, ha rivelato che seguire un’alimentazione bio per una sola settimana può ridurre i livelli di pesticidi negli adulti di circa il 90%.
Il nuovo studio confermerebbe i risultati di una ricerca condotta nel 2006 secondo cui le diete bio abbassano notevolmente i livelli di pesticidi nei bambini. I risultati dello studio hanno importanti implicazioni nel ridurre l’esposizione ai pesticidi in un momento in cui il loro impiego è ancora molto elevato per gli alimenti non bio che consumiamo normalmente.
Lo studio è stato condotto dalla RMIT University sotto la guida della dottoressa Liza Oates, che aveva già esaminato in una ricerca precedente la correlazione tra alimentazione e pesticidi. L’esperta ha scoperto che i livelli urinari di dialkylphosphate (DAP) erano inferiori dell’89% dopo aver seguito una dieta bio per sette giorni, rispetto a coloro che avevano seguito un’alimentazione convenzionale nello stesso lasso di tempo.
I partecipanti hanno consumato il 93% di alimenti bio, l’83% dei quali era rappresentato daprodotti biologici certificati, mentre il restante 10% era molto probabilmente bio, pur senza certificazione. Secondo la dottoressa Oates, il forte calo dei livelli di pesticidi organofosforatisuggerisce che la fonte della maggior parte di queste sostanze è rappresentata dal cibo.

Napolitano, il Capo della Banda - Libro



 Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è un uomo di cui, in Italia, non si può parlare.
Sono infatti innumerevoli le interruzioni e i casi di vera censura a cui abbiamo assistito ogni volta che qualche esponente dell'opposizione, alla Camera o al Senato, ha osato solo fare il suo nome.
Quindi, l'autore, avendo deciso di scrivere addirittura un libro sulla figura del peggior Presidente della Repubblica della storia del nostro Paese, dimostra un grande coraggio. Anche la scelta del titolo è più che azzeccata...
Dalla Prefazione di Salvo Mandarà
Da dove viene, quali sono le idee, quali sono le frequentazioni del nostro Presidente della Repubblica?
Perché è diventato il Grande Vecchio di un regime corrotto, controllato da poteri occulti e centrali estere, finanziarie e politiche? Perché ha potuto muoversi ben oltre la lettera e lo spirito della Costituzione, godendo di ogni appoggio e copertura da parte dei maggiori leader politici italiani e stranieri?
Perché Kissinger lo considera ‘il suo comunista preferito’? Perchè sostiene il Nuovo Ordine Mondiale, considera la scelta dell'euro irreversibile, ritiene l'alleanza tra destra e sinistra la naturale evoluzione dei sistemi politici parlamentari?

Quando è proibito salvare una vita umana. Accade negli USA


Il centralino di emergenza riceve una chiamata da una casa di riposo. Un'anziana signora ricoverata nella struttura è caduta a terra, vittima di infarto. Parte l'ambulanza, ma nel frattempo l'operatrice dell'emergenza medica capisce che non c'è tempo da perdere, e chiede all'infermiera della casa di riposo di intervenire, praticando un massaggio cardiaco. L'infermiera risponde che non può farlo, non può assumersi la responsabilità. La centralinista avvisa l'infermiera che non intervenire significa lasciare morire la signora, ma questa è irremovibile: non può assumersi alcuna responsabilità. E lascia morire la signora...

Perché l'infermiera si rifiuta? Perché non è un medico, non sono previste attività di questo tipo, e non vuole responsabilità. Se la donna fosse morta lo stesso, e lei avesse praticato il massaggio cardiaco, magari un parente della signora avrebbe fatto causa sostenendo che è stato l'intervento dell'infermiera a provocare il decesso. Per evitare qualsiasi responsabilità, i degenti firmano un contratto che informa che non sono previsti trattamenti medico-sanitari, e se un ospite si sente male, loro chiamano l'ambulanza, ma non muovono un dito, a costo di lasciarti morire... grave che questo accada in una struttura di riposo.

Ecco il video con la conversazione tra soccorritori e personale della casa di riposo


FONTE


Il prossimo 20 marzo prevista una straordinaria eclissi solare

Segnatevi la data perché il prossimo 20 marzo potrete assistere ad un evento di raro e straordinario fascino: un’eclissi solare, infatti, sarà visibile da Europa, Russia e Nord-Africa. Purtroppo noi, dall’Italia,
non saremo tra i privilegiati che potranno assistere alla fase di totalità che, invece, investirà la fascia dell’Atlantico settentrionale, praticamente all’altezza delle isole Svalbard: decisamente un po’ troppo a nord.
Potremo però accontentarci della parzialità che, in ogni caso, apparirà diversa per un osservatore che si trovi a Milano rispetto ad un altro che segue l’evento da Palermo: sempre ammettendo che, per allora, il clima sarà sufficientemente clemente da concederci di osservare il cielo. Gli orari varieranno, di poco, a seconda della posizione geografica in cui si trova: per l’Italia, a Palermo l’inizio dell’eclissi sarà alle 9:20, la fine alle 11:26 e il picco alle 10:26. A Roma si inizia alle 9:23 e si finisce alle 11:42, passando per il massimo delle 10:31; a Milano l’eclissi durerà dalle 9:24 alle 11:44 e il punto massimo sarà alle ore 10:32. La magnitudine in quest’ultimo caso sarà pari a 0,713 contro lo 0,541 di Palermo: in altre parole, la frazione di diametro del disco solare coperta durante la fase centrale dell’eclissi sarà più estesa per quanti osserveranno dal nord Italia.


Fonte: fontenews.it

Tratto da terrarealtime


SULLE ORME DI UN CONFLITTO CON LA RUSSIA


ucraina war

DI BRIAN CLOUGHLEY
atimes.com

Sin dal collasso sovietico –così come Mosca aveva temuto- l’alleanza NATO si è spiegata verso est, espandendosi lungo una linea immaginaria che va dall’Estonia a nord fino a Romania e Bulgaria a sud. Il Cremlino dichiara però di aver precedentemente avuto rassicurazioni dall’occidente che ciò non sarebbe accaduto. Ora, gli unici stati a ostacolare un completo accerchiamento di Mosca lungo i suoi confini occidentali  sono la Finlandia, la Bielorussia e l’Ucraina. Non sarebbe a questo punto da biasimare una concreta preoccupazione del  Cremlino di fronte all’odierno assetto geopolitico della cartina  (“Stars and Stripes ”,giornale delle forze armate USA),13 Febbraio 2015.


L’accordo di Minsk del  12 Febbraio 2015,è stato coordinato dai leader di Francia,Germania,Russia e Ucraina e conteneva importanti provvedimenti  riguardo il futuro trattamento dei cittadini di cultura e lingua russa  nelle province  orientali di Donetsk e Luhansk  in Ucraina dove si sono verificati violenti scontri tra separatisti e truppe governative supportate dalle milizie.
La maggior parte dei media occidentali non ha riportato che l’accordo era stato firmato dai leader delle province di Donetsk e Luhansk così come dai rappresentanti di Ucraina e Russia,ma i primi hanno avuto un peso decisamente maggiore nell’adempimento dei provvedimenti.
A suscitare il disappunto di numerosi paesi occidentali,soprattutto degli Stati Uniti, è il fatto che ad una grande maggioranza degli  abitanti di queste regioni verranno assicurate molte delle garanzie richieste tra cui il diritto di parlare e ricevere un’educazione nella loro lingua madre; la restituzione delle pensioni e altre entrate che erano state bloccate da Kiev;una riforma della Costituzione ucraina con l’approvazione di un emendamento che concedesse statuto speciale ai distretti di Donetsk e Luhansk   e libere elezioni in entrambe le regioni.
La strada per raggiungere la pace non sarà semplice ma i punti sostanziali dell’accordo costituiscono un passo fondamentale nel convincere la popolazione delle regioni orientali che in futuro non verranno trattati come cittadini di second’ordine. Verrà concesso loro un giusto grado di libertà nelle decisioni all’interno dei loro distretti e qualora Kiev si mostrasse bendisposta a riguardo,c’è motivo di credere in un’equa risoluzione. Un problema più rilevante è invece l’approccio di Stati Uniti e Inghilterra nei confronti di Russia e Ucraina.
Né Stati Uniti né Inghilterra erano alla luce di quanto accordato  tra i partecipanti al dibattito di Minsk se non grazie a intercettazioni dell’intelligence e relazioni  più riservate ma necessariamente parziali del presidente ucraino Petro Poroshenko,riportate dai suoi sottoposti tramite canali inglesi  e statunitensi.

Perdita di capelli e alimentazione animale

Se si alcalinizza l’organismo, si elimina la causa più probabile di calvizie e alopecia. Il cuoio capelluto è infatti una sorta di “squadra di pronto intervento” che interviene sempre quando sul fronte degli acidi si verifica una situazione di emergenza.
Il nostro metabolismo produce continuamente sostanze di scarto, che sono acide. Queste scorie acide devono essere smaltite dal nostro organismo per restare in buona salute. In età giovanile, il nostro fisico riesce normalmente a smaltire queste scorie acide, ma man mano che l’età avanza, questo meccanismo inizia a non essere più così efficiente, e iniziamo ad accumulare progressivamente scorie acide. Questo processo sta alla base dell’invecchiamento e di tanti fenomeni ad esso collegati, come quello della caduta dei capelli.
Le donne e il ciclo mestruale
Fateci caso, trovare delle donne calve, o anche con alopecia (cioè perdita di capelli a chiazze) e con i capelli bianchi è molto raro, mentre negli uomini, al contrario, sono problemi molto comuni: perché?

"Dall'Euro si può uscire". Parola di banchiere!


CLAMOROSO / GOVERNATORE BANCA DEL BELGIO E MEMBRO DIRETTIVO BCE: ''L'EURO NON E' DETTO CHE DURI, E SE NE PUO' USCIRE''

LONDRA - Dopo Valery Giscard d'Estaing anche un'altra figura di peso dell'estabishment europeo ha dei dubbi sulla sopravvivenza dell'euro. Pochi giorni fa Luc Coene in un'intervista rilasciata al quotidiano olandese The Telegraaf ha dichiarato che in teoria ogni paese potrebbe abbandonare l'euro senza problemi anche se al momento non sa chi potrebbe farlo.

Inoltre Coene ha ammesso che la sfiducia dei cittadini verso l'euro e' stata causata dal modo sbagliato in cui e' stato gestita la moneta unica anche se ha ammesso che adesso tutti hanno imparato la lezione cosi' da evitare di ripetere questi errori in futuro.

Queste dichiarazioni potrebbero essere scontate se non fosse per il fatto che Luc Coene non e' un signore qualunque, ma il governatore della banca centrale del Belgio e siede anche nel consiglio direttivo della BCE.

SCOPERTI NUOVI CRATERI IN SIBERIA. GLI SCIENZIATI: E’ UNA BOMBA A OROLOGERIA

b3cratere
Nuovi misteriosi crateri si aprono in Siberia. Una vicenda che non ha ancora una soluzione ma solo tante ipotesi. Dopo la famosa voragine trovata nella regione settentrionale dello Yamal, nuove buche sono state individuate utilizzando le immagini satellitari.
Fino ad ora, erano tre i crateri erano conosciuti nel nord della Russia. E le cause potrebbero essere tante: si parla di un elevato riscaldamento sopra la superficie a causa delle temperature particolarmente elevate, o ancora delle linee di faglia che hanno portato a un enorme rilascio di gas idrati.
I ricercatori si avventurarono nel profondo di uno dei fori a novembre, raccogliendo dei dati nel tentativo di capire perché si formavano. La teoria principale è che essi sono stati creati da esplosioni di gas innescate da calore sotterraneo o da temperature dell’aria associate al cambiamento climatico, secondo il Siberian Times. Vere e proprie bombe a orologeria.
Due dei grandi crateri appena scoperti si sono trasformati in laghi, ha rivelato il professor Bogoyavlensky della Accademia Russa delle Scienze.

giovedì 26 febbraio 2015

Olanda: tifosi della Roma portati in aperta campagna. Schedati e perquisiti

tifosi-roma-polizia-olandese
Tifosi della Roma ‘prelevati’ all’aeroporto e trasportati in aperta campagna per essere schedati e perquisiti. Dai racconti web dei fan giallorossi giunti a Rotterdam, dove questa sera Totti e compagni sfideranno il Feyenoord nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, emerge tutta la rabbia per i metodi poco ortodossi della polizia olandese, allertata, dopo gli scontri della settimana scorsa a Roma, da possibili tentativi di vendetta dei supporter capitolini.
La tensione e’ salita con l’avvicinarsi dell’orario di inizio della gara e, secondo il ‘Telegraaf.nl’, le forze dell’ordine della citta’ portuale, dopo essere state oggetto di un fitto lancio di bicchieri, avrebbero aumentato il numero dei controlli, con relative multe, nei pub vicini allo stadio. Nei pressi del Cafe’ Van Zanten, poi, la polizia avrebbe effettuato sei arresti, sia tra i tifosi del Feyenoord che tra quelli romanisti: cinque per violenza pubblica, uno per aver acceso dei fuochi d’artificio nel centro di Rotterdam.

Fonte: imolaoggi.it 


La classifica delle peggiori marche di tonno in scatola


Lo scorso ottobre Greenpeace Francia ha realizzato una classifica delle aziende produttrici di tonno in scatola che non rispettano gli standard ambientali minimi, contribuendo a impedire il ripopolamento dei tonni. Leggiamo su Libero:
Greenpeace Francia ha stilato una lista delle marche di tonno in scatola che non rispettano gli standard richiesti per quanto riguarda la pesca. Solo il 4% delle marche analizzate li rispettano pienamente, gli altri, la maggior parte, ricorrono troppo spesso alla pesca con le reti anziché con la canna, e a farne le spese, neanche a dirlo, sono i tonni più giovani, col rischio che così facendo si impedisca il ripopolamento della specie.

Tumori della pelle: i sintomi da non trascurare

In genere i sintomi sono legati alla comparsa o al cambiamento di aspetto di qualche lesione o macchia sulla pelle

Quando si parla di tumori della pelle si pensa soprattutto ai melanomi, mentre ci sono altre forme di cancro che sono molto più frequenti e, come spiega l’AIRC, si originano dalle cellule basali (carcinomi basocellulari o basaliomi) o dello strato spinoso (carcinomi detti spinocellulari o squamocellulari) dell’epidermide. Questi tipi di tumore, però, ottengono meno attenzione in quanto di solito sono meno gravi e si curano più facilmente. Secondo i dati dell’AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori) tumori cutanei non melanomatosi sono al primo posto tra gli uomini (15,2% di tutti i tumori) e al secondo tra le donne dopo il tumore della mammella (14,8% di tutti i tumori). In altre parole ogni anno si verificano circa 120 casi di tumore cutaneo non melanomatoso ogni 100.000 uomini e circa 90 casi ogni 100.000 donne.

Tumori della pelle: chi è a rischio?

Spiega l’Airc sul proprio sito: “I carcinomi basocellulari e spinocellulari si sviluppano soprattutto a livello delle parti del corpo più esposte al sole: viso, orecchie, collo, cuoio capelluto, spalle e dorso. Uno dei principali fattori di rischio è l’esposizione a raggi ultravioletti (UVA e UVB) che derivano principalmente dal sole, ma anche da lettini e lampade solari che devono quindi essere utilizzati con estrema attenzione. Sono stati identificati come fattori di rischio anche il contatto con l’arsenico e l’esposizione a radiazioni ionizzanti, alcune anomalie genetiche e un’insufficienza del sistema immunitario dovuta a precedenti terapie, a trapianti oppure all’AIDS. Inoltre, il fumo e alcuni trattamenti per la psoriasi possono aumentare il rischio di sviluppare un carcinoma spinocellulare (soprattutto a livello delle labbra nei fumatori).

Mattarella in tram: ecco quanto ci è costato! Altro che risparmio...



Il nuovo Presidente della Repubblica, che ha iniziato il mandato in Fiat Panda, molto sobriamente, durante la visita a Firenze ha utilizzato la Tramvia: ed i giornali lo hanno osannato, come fosse stato il gesto del secolo: in realtà si tratta di una trovata propagandistica con costi elevatissimi: GUARDA IL VIDEO!

PS: la Tramvia è un'opera voluta da Renzi e contestata da molti fiorentini. Quale migliore spot che farla utilizzare niente di meno che dal Presidente? Meditate italiani... non fatevi fregare!

La Tramvia? Se Mattarella viaggiava il Limousine ci sarebbe costato meno! FONTE




Il 24 Febbraio di 25 anni fa moriva Pertini, 2 minuti per ricordarlo



Il 24 Febbraio è stato il 25° anniversario della morte dell'ex Presidente Sandro Pertini, il Presidente degli italiani, il più amato sicuramente. Uomini politici come lui ce ne sono stati pochi, era capace di farsi rispettare persino dai nemici. Ascoltate questa raccolta di frasi celebri del Presidente Pertini... pelle d'oca, brividi, lacrime... ci manchi Presidente!!! FONTE



IL MIGLIOR MODO PER INGRASSARE? Mangiate cibi light!

CIBI E BEVANDE LIGHT Integratori alimentari, yogurt probiotici: sono questi i prodotti che promettono benefici per la salute e sono gli unici il cui fatturato cresce costantemente. Secondo l’ultimo rapporto dell’Ismea (l’Istituto di servizi per il mercato alimentare),
il settore dei biscotti dietetici è salito del 16,7 per cento nell’ultimo anno; quello degli integratori alimentari del 17,7; i succhi di frutta light hanno guadagnato addirittura il 60. E la cosa assurda è che più salgono i loro prezzi, più gli italiani li comprano, a costo di risparmiare sui più ordinari pasta o verdure. Siamo proprio polli… o forse come a solito la comunicazione (pubblicità e informazione “di parte”) ci convince che sono prodotti che possono fare solo del bene.Andrebbero invece quantomeno visti con sospetto e vediamone insieme i motivi.

IL MIGLIOR MODO PER INGRASSARE? - Mangiate cibi lightPER CAPIRE QUANTI PRODOTTImantengano quello che le etichette promettono, ‘L’espresso’ ha sottoposto i claim più diffusi all’esame di esperti legali e di nutrizionisti. Per scoprire che molti cibi light non sono leggeri per niente, che i benefici per la salute vantati dalla pubblicità non sono quasi mai provati da studi clinici, e che in molti casi a rigor di legge l’etichetta andrebbe rifatta di sana pianta per non ingannare il consumatore. Ma anche quando l’etichetta è a norma di legge, è la scienza dell’alimentazione a suggerire di non farsi abbagliare. Il primo problema invece è proprio l’incentivo al consumo perchè tendiamo a consumare maggiori quantità di cibo ritenuto leggero e se facciamo il conto delle calorie assunte in una giornata il totale risulta persino maggiore di quelle assunte mangiando le solite quantità di prodotti tradizionali. Poi bisogna vedere come viene raggiunta quella soglia dello 0,1 per cento di grassi strillata sull’etichetta. Nel caso dei latticini si parte da latte magro, centrifugato in modo da eliminare i grassi….Ma così si sottraggono anche proteine e vitamine fondamentali! Meglio il latte intero quindi, con un occhio alla quantità ovviamente. In tutti gli altri casi (derivati del pane, biscotti, dolci, maionese e così via), i grassi devono essere sostituiti da qualcos’altro per mantenere sapore e volume del prodotto spesso usando aria e acqua, con il risultato di allontanare la sensazione di sazietà e portare ancora una volta a consumare di più.

LA RUSSIA ROMPE LE CATENE DEL DOLLARO CHE IMPRIGIONANO IL MONDO


LA RUSSIA VERSO L’ABBANDONO DEL DOLLARO, AUMENTA LE RISERVE IN ORO E SI LIBERA DEI BOND USA

Attilio Folliero - umbvrei.blogspot.it
Gli USA stanno conducendo una “guerra” contro la Russia (1). Per il momento, non si tratta di una guerra convenzionale con armi e bombe, ma a colpi di sanzioni, ritorsioni e soprattutto cercando di minare la sua economia alla base. La Russia è il principale produttore mondiale di petrolio (con oltre 10 milioni di barili al giorno) per cui – nei propositi degli USA – un crollo del prezzo del petrolio le avrebbe inferto un colpo mortale, come era successo con la ex Unione Sovietica (2).
Gli USA, in alleanza con le monarchie arabe, grandi riserve e grandi produttori di petrolio, hanno fatto crollare i prezzi del petrolio (3); contemporaneamente, assieme ai paesi europei hanno imposto sanzioni ed impedito l’esportazione di prodotti agricoli verso la Russia con la scusa della crisi creata ad hoc in Ucraina. Insomma, gli USA ed i suoi alleati contano di stroncare la Russia, attaccandola políticamente, economicamente e mediaticamente.
La Russia è una potenza in ascesa, alleatasi apertamente con la Cina, con la quale ha stipulato grandi accordi commerciali bilaterali tendenti a superare l’uso del dollaro nelle transazioni; basta citare lo storico accordo per la fornitura di gas alla Cina (4). Inoltre, è del primo dicembre scorso l’altro storico accordo con la Turchia per l’estensione del Blue Stream, l’oleodotto che trasporterà gas dalla Russia alla Turchia, passando per il Mar Nero; dalla Turchia il gas arriverà ai paesi dell’Europa meridionale (Grecia ed Italia), all’Austria ed ai paesi dei Balcani. A questo oleodotto che porta il gas russo all’Europa, si unirà un ramo che porterà anche il gas dell’Iran e dell’Azerbaigian. I paesi dell’Europa che lo desiderano hanno totalmente assicurato l’approvvigionamento gassifero. Tutto ciò rappresenta una minaccia per la potenza USA, perchè tale gas non sarà certo fornito utilizzando il dollaro come strumento di pagamento.

Il Re saudita distribuisce al popolo 32 mld di dollari


Principe ereditario Salman Abdul Aziz al SaudTra i provvedimenti del nuovo leader due stipendi di bonus agli statali. Ma anche investimenti in associazioni. Benefici per 6 milioni di cittadini.
Mentre gli europei sono alle prese con le tanto odiate misure di austerity, la popolazione saudita sta vivendo un periodo d’oro. E questo grazie al nuovo monarca, l'ottantenne principe ereditario Salman Abdul Aziz al Saud, asceso al trono in seguito alla morte del fratello Abdullah (avvenuta lo scorso 23 gennaio).
Re Salman sta infatti elargendo miliardi di dollari alla popolazione saudita sotto forma di investimenti in associazioni, scuole, ma anche bonus. Secondo alcuni economisti, la post-incoronazione costerà al re Salman qualcosa come 32 miliardi, in pratica un intero bilancio annuale della Nigeria, la più grande economia africana.
Nel complesso si calcola che siano circa 6 milioni i cittadini sauditi che beneficeranno di un bonus stipendio, offerto dal nuovo re dell'Arabia Saudita, Salman, a tutti i dipendenti pubblici. Anche compagnie private presenti nel Paese hanno deciso di seguire la stessa strada, concedendo gratifiche (stimate in centinaia e centinaia di milioni di dollari) in seguito al provvedimento annunciato lo scorso venerdì dal sovrano, il quale ha ordinato che gli statali ricevano una cifra pari a due mesi di stipendio.

"IN 15 ANNI L'EUROPA SI E' RIDOTTA A ROTTAME ARRUGGINITO"


L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / IN 15 ANNI L'EUROPA SI E' RIDOTTA A ROTTAME ARRUGGINITO, CHI VUOLE ANCORA L'EURO E' PAZZO

2015 Odissea nell’eurozona. Non si tratta di un sequel del capolavoro di Kubrick, ma di quello che aspetta i cittadini “baciati dalla fortuna” di usare l’euro come moneta di scambio.

Cinque delle sette nazioni con il maggior tasso di disoccupazione del vecchio continente aderiscono alla moneta unica, e questo è già sintomatico di quanto questo progetto sia fallimentare.  Se a questo sommiamo che l’intera eurozona è in deflazione, il quadro si fa quanto mai desolante.

Il calo dei prezzi, difatti, è l’ultima arma rimasta alle aziende per cercare di vendere i  propri prodotti a clienti ormai impoveriti e sfiduciati. Questo significa, però, anche taglio della produzione e blocco degli investimenti (a cosa serve produrre se non ho nessuno che compra?) e quindi aumento della disoccupazione. Certo, qualcuno potrebbe obiettare che con la nuova flessibilità sul mercato del lavoro, le aziende potrebbero assumere nuovi lavoratori, magari a stipendi più bassi. Il punto rimane quello: se la gente non compra, le aziende non assumono, anche se lo stipendio fosse un decimo di quello attuale.

Deflazione significa anche perdita di valore per gli investimenti, soprattutto quelli in immobili, compiuti dalle famiglie, le quali si trovano con un appartamento che vale, oggi, circa un 10% in meno di quanto valesse prima della crisi ed un mutuo, al contrario, che è più caro, anche se a tasso fisso. Non ci credete? Facciamo questo esempio: inflazione 2%, interesse sul mutuo 3%= costo effettivo 1%; inflazione -1%, interesse sul mutuo 3%= costo effettivo 4%. Quindi, oltre ad essere più poveri, la maggior parte degli italiani e di coloro che hanno acquistato beni finanziandosi, si trovano a sostenere costi maggiori.

Trenord: se treno ritarda macchinisti pagati di più! Scandaloso!

Incredibile !!! Invece di premiare la puntualità, premiano chi ritarda! Proprio così: il contratto prevede che se il treno ritarda il macchinista guadagni di più! FORSE ABBIAMO CAPITO PERCHE' MOLTI TRENI RITARDANO... CHE NE DITE?

Informatitalia

Trenord: se treno ritarda macchinisti pagati di più. Il paradosso contrattuale
Trenord, il contratto premia ritardi. E i macchinisti rallentano

Trenord: se treno ritarda macchinisti pagati di più. Il paradosso contrattuale. La denuncia anonima alla Gazzetta di Mantova di tre macchinisti ferrovieri di Trenord, oggi si chiamano agenti di condotta, ha alzato un polverone per la presenza di una trentina di “furbetti” che facendo ritardo a bella posta guadagnano di più.
Al netto della buona fede dei macchinisti, limpida fino a prova contraria, il punto sensibile sta nel paradosso di “contratti alla rovescia” che invece di incoraggiare la puntualità, incentivano i ritardi. Oggi che la parola d’ordine della gestione Trenord è la puntualità, non solo per la felicità dei pendolari, ma anche perle casse della società nata dal matrimonio tra Trenitalia e Ferrovie Nord Italia, il bubbone del contratto è esploso definitivamente.
Fino al 2011, sotto l’ombrello di Trenitalia, ogni ora di condotta alla guida del locomotore veniva pagata 10,10 euro. Nel contratto aziendale Trenord firmato il 22 giugno 2012, invece, la retribuzione è proporzionale al minutaggio: le prime due ore vengono pagate 6 euro ciascuna, la terza 9, la quarta 12 e così via.

Condannato per pedopornografia consigliere della Regione Puglia


di Monica Serra - Il Giornale

Nel computer dello studio professionale sono state trovate migliaia di immagini

Cinquemila file nel computer, contenenti immagini con bambini e atti sessuali con minorenni.
Il giudice di Lecce Annalisa De Benedictis ha condannato a due anni e quattro mesi il consigliere della Regione Puglia Aurelio Gianfreda dei Democratici autonomi, accusato di detenzione e condivisione di materiale pedopornografico. Gianfreda è stato assolto, come richiesto dal pm Carmen Ruggiero, dall'accusa più grave di produzione di materiale pedopornografico. Il processo si è svolto con rito abbreviato.
Il caso, che ha fatto molto scalpore, esplose nel 2011, quando il pc del consigliere finì nella rete della polizia postale di Trento. Col computer, installato nello studio professionale, a Poggiardo, qualcuno scaricò i file civetta con immagini pornografiche di minori, immessi in rete dagli agenti. Per competenza territoriale, gli atti sono stati trasmessi alla Procura di Lecce.

mercoledì 25 febbraio 2015

VUOI SALVARE IL PIANETA DAL COLLASSO ECOLOGICO ? DIVENTA VEGANO!


veganhedges

DI CHRIS HEDGES
truthdig.com

Il mio atteggiamento verso il diventare un vegano era simile all’atteggiamento di Agostino verso il diventare casto – “Dio mi conceda l’astinenza, ma non ancora.” Ma con la zootecnia come causa principale dell’estinzione delle specie, inquinamento delle acque, zone morte nell’oceano e distruzione dell’habitat, e con la morte in aumento dell’ecosistema sempre più affermata, diventare vegani è il cambiamento più importante e diretto che possiamo fare nell’immediato per salvare il pianeta e le sue specie. La prima è stata mia moglie– che era il motore dietro i cambiamenti della nostra famiglia – e io ho seguito.


La zootecnia è la maggiore responsabile delle emissioni di gas serra in confronto all’insieme dei trasporti in tutto il mondo – macchine, camion, treni, navi e aerei. Il bestiame e i loro rifiuti e le flatulenze rappresentano almeno 32 000 tonnellate di anidride carbonica (CO2) all’anno, vale a dire il 51% delle emissioni di gas serra a livello mondiale. Il bestiame causa il 65% di tutte le emissioni di ossido di azoto, un gas serra 296 volte più distruttivo dell’anidride carbonica. I raccolti coltivati per nutrire il bestiame consumano il 56% dell’acqua usata negli Stati Uniti. L’80% del raccolto di soia al mondo è cibo per animali, e la maggior parte di questa soia è coltivata su terreni ripuliti che una volta erano foreste pluviali.
Tutto questo sta avvenendo mentre una stima di 6 milioni di bambini nel pianeta muoiono ogni anno di fame e mentre la fame e la malnutrizione riguardano un ulteriore miliardo di persone. Negli Stati Uniti il 70% del grano che coltiviamo va ad alimentare il bestiame allevato per il consumo.
Le risorse naturali usate per produrre perfino la minima quantità di derivati animali stanno vacillando – 1000 galloni di acqua per produrre 1 gallone di latte. A questo si aggiunge l’enorme disboscamento e altre distruzioni di foreste, specialmente in Amazzonia – dove la distruzione delle foreste è salita al 91% - e ci ritroviamo a saccheggiare mortalmente i polmoni della terra principalmente a beneficio dell’industria della zootecnia. Le nostre foreste, specialmente le nostre foreste pluviali, assorbono l’anidride carbonica dall’atmosfera e la scambiano per l’ossigeno: Uccidere le foreste è una sentenza di morte per il pianeta. I terreni dedicati esclusivamente all’allevamento di bestiame ora rappresentano il 45% della quantità di terreni sulla terra.
E questo non include l’assalto agli oceani, dove tre quarti delle industrie ittiche di base del mondo sono state eccessivamente utilizzate e vaste parti dei mari rischiano di diventare zone morte.
Noi possiamo, diventando vegani, rifiutare di essere complici della tortura di miliardi di animali per il profitto aziendale e possiamo avere benefici ben documentati per la salute associati ad una dieta vegetale, specialmente nelle aree con malattie al cuore e cancro.

Chi manovra la manipolazione delle coscienze? A proposito di “guerra all’Islam”


di Enrico Galoppini
Per distogliere noi italiani dall’unico vero problema che – in quanto comunità – dovrebbe interessarci, ovvero l’assenza di qualsivoglia sovranità, chi ci comanda se ne inventa di tutti i colori per spaventarci, raggirarci e ridurci all’immobilismo.
A ondate periodiche – e per un periodo di tempo più o meno limitato – esiste sempre un qualche nuovo “grave problema” che deve occupare i nostri pensieri. Problemi fasulli, inventati di sana pianta, o ingigantiti, o sfruttati dopo aver contribuito a crearli. O un insieme di tutto questo.
L’ultimo di questi terribili pericoli sbattuti in tutte le case da quella macchina infernale d’imbonimento collettivo che sono le televisioni ed i giornali che escono in edicola è l’ISIS. Che ha preso il posto, nella mente dei tele-sudditi, della terrificante “al-Qa’ida”.
Il “pericolo-ISIS” è stato studiato bene, come ho già spiegato in un altro articolo.
isis_colosseoDovevamo infatti arrivare alla fase del “pericolo interno”, delle “quinte colonne” che vivono tra noi; e a quella dell’invasione, che è esattamente l’argomento dei video che ritraggono il “jihadista” di turno di stanza in Libia mentre punta dritto al Vaticano o al Colosseo.
E nel frattempo veniamo ‘intrattenuti’ con la “crisi”, lo spread, “la casta”, l’inchiesta “Roma capitale”, i tifosi del Feyenoord, il “Jobs Act”, i “femminicidi”, “l’emergenza sicurezza”, la Mafia, le “coppie di fatto”, “il crescente antisemitismo”, Tsipras, Pompei, Schettino, il trans con la barba eccetera. Una valanga inarrestabile di armi di dissuasione di massa, come le ha definite qualcuno, il cui unico e convergente scopo è quello di gettare una spessa cortina fumogena tra noi e quelli che ci comandano per davvero.

F-35: mentre nessuno guarda se ne comprano novanta


Di Alberto Palladino

Il governo ha confermato l’impegno italiano nell’acquisto dei novanta “super aerei” della statunitense Lockheed Martin. Con un tweet la ministra della difesa Roberta Pinotti ha dichiarato che “ Il programma prosegue secondo l’illustrazione data al Parlamento” e che il “numero di 90 è stato stabilito dal precedente Governo” con buona pace della tanto acclamata spending review militare che secondo Renzi avrebbe dovuto tagliare, se non abbattere, i costi per l’acquisto del discusso velivolo.
Era stata una mozione proprio del Pd a portare il premier, appena cinque mesi fa, a dichiarare che si sarebbe impegnato a: «riesaminare l’intero programma F-35 per chiarirne criticità e costi con l’obiettivo finale di dimezzare il budget». Si sarebbe dovuti passare, quindi, dai tredici miliardi iniziali a sei e mezzo con cui però si sarebbe potuto acquistare, oltre ai sei già in hangar, appena altri venti F-35.
Nessun ridimensionamento quindi, menchemai un taglio ai costi, l’Italia va avanti nel programma F-35 come disegnato dal governo Monti, lo conferma anche Joe Della Vedova, portavoce dell’ufficio del Pentagono responsabile del programma F-35 che afferma che «l’Italia rimane impegnata nel programma e ad acquistare, in tale quadro, 90 caccia F-35”.

Scienziati dissidenti: Quello che non ti hanno detto su AIDS

Di questo documentario ne avevano parlato in un articolo dell'Aprile 2013;



"La scienza del panico" è un documentario, divulgato dal canale "HIV informa" che evidenzia tutte le "stranezze" circa HIV e AIDS. Numerosi medici e persino dei Premio Nobel sono convinti che la causa della Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (AIDS) non sia dovuta al virus dell'HIV, che incredibilmente non è ancora stato isolato: come è possibile? Il documentario affronta anche il capitolo dei TEST, che non cercano il virus, ma gli anticorpi. Non cercano il virus, perché come detto sopra, non è stato ancora isolato! Incredibile vero? Quando vedete delle rappresentazioni del virus, non sono reali. Informatevi in proposito. Un documentario che vale la pena di vedere, rimarrete sconcertati da ciò che diranno personalità molto autorevoli! FONTE


BEPPE GRILLO E LE "STRANEZZE" SCIENTIFICHE SU AIDS




Tra i tanti temi che Beppe Grillo affrontava nei suoi tour, prima che nascesse M5s, quando ancora parlava di signoraggio bancario e spiegava alle masse la truffa monetaria, un sistema dove banchieri privati gestiscono l'emissione della moneta stampandola dal nulla, c'è anche l'AIDS, il VIRUS HIV e le tante stranezze scientifiche dimostrate da medici di tutto il mondo e da un premio Nobel.

Beppe Grillo è stato contestato per questo discorso: "AIDS esiste e fa morti", lo accusarono di dare un messaggio sbagliato ai giovani, e l'opinione pubblica si schierò contro di lui, ma Beppe Grillo non ha fatto altro che citare le ricerche di autorevolissimi ricercatori, scienziati... che sostengono che le cose non stanno come ci dicono. "Se il virus si trasmettesse con i rapporti sessuali come dicono, oggi ci sarebbero 1 miliardo di malati" osservano alcuni.

IL VIDEO NON INTENDE IN ALCUN MODO ISTIGARE A SOTTOVALUTARE IL PERICOLO DELL'AIDS E DI ALTRE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI, MA INTENDE DARE VOCE A TEORIE SCOMODE CENSURATISSIME DAI MASS MEDIA... è GIUSTO SAPERE! FONTE



Tratto da veritanwo

Vedi anche:

Fonte: nocensura


STOP TTIP: ecco cosa accadrebbe a Agricoltura, Acqua, Servizi Pubblici, Ambiente e Lavoro

“L’ENNESIMO TENTATIVO DEGLI STATI UNITI DI IMPORRE LA CENTRALITÀ DI UN IMPERIALISMO ARROGANTE E ASSOLUTISTA”

di Comitato contro il TTIP – Ladispoli

Il 9 ottobre del 2014, il direttore della direzione generale del commercio della Commissione Europea, il belga Karel De Gucht, – oggi sostituito dalla svedese Cecilia Mallstrom – rendeva pubblico un documento di diciotto pagine, in cui erano riassunti, in modo abbastanza succinto, i termini dell’accordo commerciale di libero scambio in corso di negoziato tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti d’America. Accordo identificato con la sigla TTIP, Transatlantic Trade and Investment Partnership (Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti).
Il testo integrale delle questioni dibattute dalle commissioni presiedute dai due negoziatori, lo spagnolo Ignacio Garcia Bercero per l’UE e Dan Mulley per gli USA, resta, tuttora, un misterioso segreto di stato, di cui soltanto otto funzionari della Commissione Europea ne conoscono i contenuti. Anche i deputati del Parlamento Europeo, che nel mese di giugno dovrebbero ratificare il testo dell’accordo, sono rimasti all’oscuro di questi negoziati.
Purtroppo si conoscono solo alcuni capitoli concernenti il commercio dei servizi pubblici e a quello elettronico (e-commerce), che sono stati pubblicati l’anno passato dal settimanale tedesco Zeit. Da parte sua l’Huffington Post recuperava altri tre capitoli sull’energia mentre l’organizzazione statunitense Center for International Environmental Law riusciva a recuperare alcuni stralci sulla normalizzazione tariffaria del settore chimico.
Ufficialmente il TTIP nacque nel giugno del 2013, quando il presidente Barak Obama e l’allora presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, dettero inizio al primo round dei negoziati, terminando una complessa fase di preparazione che si è protratta durante dodici anni. In questo lungo periodo fu registrato il fallimento del MAI (Accordo Multilaterale sugli Investimenti), il congelamento degli accordi promossi nell’ambito dell’Organizzazione Mondiale per il Commercio (WTO), il trattato di libero scambio NAFTA, tra USA, Canada e Messico e i fallimentari negoziati per l’ALCA (USA e paesi del Sudamerica).

Archivio blog