mercoledì 25 marzo 2015

Aereo precipitato: "non si può scartare nessuna ipotesi"

AEREO PRECIPITATO, PREMIER VALLS: ''NON SI PUO' SCARTARE ALCUNA IPOTESI''. TESTIMONE: ''SEMBRAVA IL RUMORE DI UN CACCIA''

"Al momento non si puo' scartare alcuna ipotesi". Lo ha detto parlando all'assemblea nazionale il primo ministro francese Manuel Valls riferendo sul disastro aereo che ha visto un airbus 320 della compagnia Germanwings schiantarsi questa mattina nel sud della Francia, nei pressi di Prads-Haute-Bleone, tra Barcelonnette e Digne-les-Bains, nelle Alpi dell'Alta Provenza. Secondo quanto comunicato da Thomas Winkelmann, portavoce di Germanwings, a bordo dell'aereo, che era partito da Barcellona diretto a Dusseldorf, vi erano 144 passeggeri piu' sei membri dell'equipaggio, due piloti e quattro assistenti di volo.

Dei passeggeri, 67 cittadini erano tedeschi mentre i passeggeri con nomi spagnoli sono 45. Poiche' si trattava di un volo interno all'area Schenghen, alla partenza non erano stati controllati i passaporti e dunque non vi e' piena certezza sull'idendita' di chi fosse a bordo.

Pare tuttavia che fra i passeggeri vi fosse una classe di 16 studenti tedeschi fra i 15 e i 16 anni che tornavano in patria dopo una breve vacanza in Spagna. Appare accertata anche la presenza a bordo di due neonati. Lo stesso Winkelmann ha spiegato che l'aereo era stato sottoposto a revisione completa nell'estate del 2013. "Si era trattato di un controllo di tipo C, cioe' una revisione approfondita", ha detto Winkelmann precisando che il pilota alla cloche aveva "oltre 10 anni di esperienza" e "oltre 6mila ore di volo". La caduta del volo e' durata nell'insieme 8 minuti e il contatto con il velivolo e' andato perso alle 10,53.

L'area dove e' caduto l'aereo, a circa 1500 metri di altezza, e' inaccessibile se non a piedi e gli elicotteri non riescono a posarsi. Per questo le prime vere operazioni di recupero dovrebbero avere inizio domani, giornata nella quale e' atteso anche l'arrivo del cancelliere tedesco Angela Merkel.
Intanto, sull'eventuale emissione di un segnale di sos dall'aero caduto "non possiamo dire nulla, abbiamo avuto informazioni contraddittorie anche dalla torre di controllo". Così, Thomas Winkelmann, portavoce di Germanwings, in conferenza stampa. Ed è molto strano.

Funzionari della Sicurezza tedeschi hanno riferito alla Dpa che "non vi sono al momento prove" che l'incidente dell'aereo della Germanwings sia stato provocato da un attacco terroristico, tuttavia una testimonianza fa accrescere i dubbi che si sia trattato di un incidente.

Infatti, un testimone ha dichiarato di aver sentito dei forti rumori prima dello schianto del velivolo. Si tratta del proprietario di un camping francese sulle Alpi. Si chiama Pierre Polizzi e ha parlato con l'Associated Press: "Dato che su quest'area volano spesso dei caccia, pensavo si trattasse di quello. Guardando però non ho visto aerei di quel tipo: il rumore è stato lungo, otto secondi circa. Sembrava che l'aereo volasse più lentamente di un aereo militare. Poi c'è stato un altro prolungato rumore, 30 secondi dopo".


Fonte: ilnord.it




Archivio blog