venerdì 31 gennaio 2014

FONDAZIONE KESHE: ECCO COME BONIFICARE FUKUSHIMA



La situazione nella centrale nucleare di Fukushima Daiichi sta peggiorando e vi è la necessità di una procedura-ponte immediata per decontaminare le terre e le acque nella zona.
In questo video dimostriamo un’alternativa e procedura economica per decontaminare i terreni e le acque in casa e terreni agricoli.
Note tecniche al video: guardare su Youtube, attivando i sottotitoli con la traduzione nella propria lingua. 

Avvertenze e procedure di sicurezza
Assicuratevi di indossare indumenti protettivi quando si inizia a maneggiare i NANO materiali.
Mantenere una buona distanza dai contenitori quando si introduce l’acqua nel contenitore, a causa della spruzzata del contenuto di ebollizione.
Si consiglia agli agricoltori di lavorare come gruppi collettivi piuttosto che come individui e chiedere alle autorità di vigilanza TEPCO di essere presenti, quando svolgono tali procedure sul terreno o per la decontaminazione dell’acqua.
I Nano-materiali possono penetrare nella pelle, si prega di indossare i guanti quando si effettuano operazioni con questi materiali.
Indossare abbigliamento con materiali spessi e pesanti stivali e guanti, quando i effettua decontaminazione sulla terra o acqua.
Il processo mostrato in questo video creerà una condizione per rimuovere i materiali, ma non creare o spiega la condizione per gestire i materiali dopo la rimozione dalla terra o acqua.

IMPOSIMATO: "La svendita di Bankitalia è INCOSTITUZIONALE"

imposimato

Il giudice Ferdinando Imposimato ha divulgato una nota tramite la sua pagina Facebook dove dichiara incostituzionale la "legge di conversione", alias "Decreto Imu-Bankitalia" ovvero la SVENDITA delle Banca d'Italia con annesso regalo da 7,5 miliardi ai banchieri privati!

Di seguito il suo comunicato:

La legge di conversione è incostituzionale
[30/01/2014] di Ferdinando Imposimato

La legge di conversione del decreto legge IMU Bankitalia appare incostituzionale . Anzitutto vi è stata violazione del diritto della opposizione del M5S di svolgere le proprie ragioni opponendosi al provvedimento, secondo le regole della Costituzione e il regolamento della Camera. La cd tagliola è incostituzionale, perchè elimina il diritto della opposizione di motivare il suo voto contrario. La opposizione è parte essenziale della democrazia , i cui diritti vanno rispettati. Diversamente siamo in una situazione di regime cioè di dittatura della maggioranza. E stupisce che alcuni dei guardiani della Costituzione tacciano su questo aspetto gravissimo del vero e proprio colpo di mano del Presidente della Camera Laura Boldrini che ha impedito al M5S di motivare la sua opposizione sacrosanta di fronte a dl illegittimo, per difetto, almeno in parte, del requisito di necessità e urgenza . Ma illegittimo anche in relazione al diritto dovere di spiegare le ragioni del no rispetto ad un decreto che prevede una spesa enorme e affronta temi gravi e complessi, di cui il popolo ignora il contenuto reale. La Presidente della Camera sa che la democrazia non dà tutto il potere a nessuno, ma lo distribuisce variamente a maggioranza e minoranza , che trapassano l'una nell'altra proprio perchè, come insegna Aristotele, l'alternanza è l'essenza della democrazia e prova della libertà. “Nel contesto costituzionale , tirannide della maggioranza è violare, legiferando e governando, i diritti della minoranza”, insegna Giovanni Sartori. Per cui la legge di conversione approvata il 29 gennaio è incostituzionale . Inoltre la parte del decreto legge IMUBankitalia che riguarda la cd ricapitalizzazione di Bankitalia per 7.5 miliardi di euro si tradurrà nel finanziamento illecito , attraverso Bankitalia , di istituti di credito in crisi, cioè in una donazione di enormi somme di denaro alle banche azioniste che controllano Bankitalia. Che sono Intesa San Paolo (42%), Unicredit (22,11%), MPS (4,60%), INPS (5.00 %), Carige ( 4,03%) e altre banche .

Anziano ruba pasta per fame denunciato per 56 centesimi!!!


rubare pasta
E’ accaduto a Vittoria. Un cliente si era offerto di pagare la pasta trafugata dal settantenne ma il responsabile del discount è stato irremovibile e ha avvertitole forze dell’ordine
Denunciato perchè ruba un pacco di pasta del valore di 56 centesimi “causa fame”. In un supermarket di Vittoria, nel ragusano, un settantenne è stato notato da un addetto che, non appena ha visto l’uomo recarsi verso l’uscita, lo ha prontamente bloccato. L’anziano si è giustificato dicendo che non aveva come sfamarsi. Un signore si era offerto di pagare, ma il responsabile del discount è stato irremovibile e ha avvertito le forze dell’ordine.


Fonte: Repubblica.it - Palermo


x

La Boldrini assume altre tre persone per postare su Twitter!

Boldrini assume tre dipendenti 
per curare il suo look su Twitter L'idea è della nuova capo ufficio stampa scelta dal presidente di Montecitorio. La realtà virtuale conta, ma in Aula tutti vogliono la testa di Laura...

Di Barbara Romano - liberoquotidiano.it

Sul pulpito di Montecitorio predica la spending review. Lontano dai riflettori vuole togliersi lo sfizio di un hacker e due nerd telematici. Perché no? Pagano i contribuenti. Così Laura Boldrini, la presidente della Camera che – come ha scritto l’Espresso - «fa dello sfoggio pubblico dell’anti-casta una certificazione di santità», taglia con l’accetta i portaborse altrui, ma non bada a spese per il proprio staff. Che ha raggiunto una tale densità demografica in Parlamento da necessitare un censimento. Al nutrito esercito dei Boldrini Boys stanno per aggiungersi infatti tre nuovi acquisti. E se alla fine non ci sarà un pirata telematico alle dipendenze della Camera è solo perché i questori hanno già risposto con un «no» rotondo alla proposta bislacca di Lady Montecitorio.
L’idea è stata di Anna Masera, nuova capo ufficio stampa voluta dalla Boldrini e quindi accettata dall’Ufficio di presidenza della Camera. Classe 1960, vanta una carriera inaugurata con un master in giornalismo alla Columbia University di New York e coronata alla Stampa, dove lancia la testata nel web diventando Social Media Editor. Una vocazione, quella digitale, che chiude in valigia e porta con sé a Palazzo. Solo quella, in realtà, perché la Masera, non appena approdata alla Camera, ostenta subito con orgoglio di essere totalmente digiuna di cosa pubblica: «Io non ci capisco nulla di politica, non sono mai stata in Parlamento», dice a ogni collega che gli capita a tiro. In effetti, prima di assumere l’incarico che adesso le rende oltre 6.500 euro netti al mese, in Transatlantico la Masera non s’era mai vista. Neanche dopo, a dire la verità. La sua presenza, invece, si è notata subito nella piazza virtuale di Montecitorio.

Bloom:"Politici e Banchieri vanno processati a L' Aia, come i criminali di guerra"


Saviano: "Un uomo della camorra lavora come dirigente al Ministero degli Interni"

"In qualsiasi altro paese una notizia del genere sarebbe stata all’ordine del giorno del governo. Qui è percepita come normale, ordinaria. Informarsi, approfondire, capire. Non rispondere con l’omertà del “sono cose che si sanno” dice Saviano“

Saviano attacca: "Un uomo della camorra lavora come dirigente al Ministero degli Interni"

"Un uomo della camorra al Ministero degli Interni" E' la denuncia che Roberto Saviano fa dal suo profilo Facebook.

"Andate sul sito del Ministero degli Interni - scrive il giornalista e scrittore - alla pagina dei Sistemi Informativi Automatizzati. Lì troverete che il responsabile “Capo ufficio staff” è il viceprefetto Francesco Sperti (c’è anche la sua mail)"

"Il viceprefetto Sperti ricopre un ruolo importantissimo perché si occupa di attuare le direttive del CNIPA, il Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione. Sperti è accusato di essere da dieci anni un uomo al servizio degli imprenditori di camorra, che lo tenevano a stipendio per ottenere in cambio favori".

A sostegno della sua tesi Saviano riporta alcune frasi del gip:

"[Sperti] interviene per esempio per il rilascio in tempi rapidi di un passaporto – scrive il gip – o per agevolare il trasferimento di un militare". In qualsiasi altro paese una notizia del genere sarebbe stata all’ordine del giorno del governo. Qui è percepita come normale, ordinaria. Informarsi, approfondire, capire. Non rispondere con l’omertà del “sono cose che si sanno”.


Fonte: today.it


giovedì 30 gennaio 2014

L'ultimo Papa nemico della massoneria? Papa Luciani, durò 33 giorni

L'ultimo Papa che ha provato a contrapporsi alla massoneria fu Papa Luciani, che "casualmente" durò solamente 33 giorni; trentatre, numero caro alla massoneria... 

Ancora molte ombre avvolgono la morte di Giovanni Paolo I, alias Papa Luciani, il quale probabilmente confidava a persone sbagliate il suo desiderio: liberare la Chiesa Cattolica dalla massoneria.

Dopo anni ancora non si sa con certezza se Papa Luciani sia morte naturalmente o con qualche “aiutino”, anche perché per legge non si può effettuare l’autopsia sul corpo del più alto cittadino del Vaticano. Ma una cosa è certa. Ed è il fatto che Papa Luciani fosse quasi ossessionato dal liberare la sua Chiesa dalla presenza ingombrante di grembiuli e compassi.

La sera prima della sua morte il Papa aveva avuto un violento litigio con il Cardinale Baggio, prelato che non ha mai nascosto, né smentito la sua appartenenza alla massoneria. Luciani amava fare lunghe passeggiate, nei giardini vaticani, in compagnia del Cardinal Villot, iscritto alla Loggia di Zurigo, tessera numero 041/3.

Non esattamente il miglior confidente, visto che il Papa ripeteva spesso al Cardinale di voler liberare la Chiesa dalla massoneria, a cominciare dalla Segreteria di Stato. Un pensiero continuo questo, che assillava la mente del Papa, il quale chiedeva con insistenza ai prelati di portargli qualunque documento avessero con se e che riguardavano la massoneria.

Stato-Mafia, il pentito Di Carlo "Più che trattativa Stato e mafia erano soci"

Un Il pentito di mafia Franco Di Carlo racconta la sua versione su alcuni incontri tra lui e alcuni esponenti dello Stato.
"Non ho preso parte alle stragi e non le avrei condivise, ma ero in carcere e ho ricevuto visite da esponenti di servizi che mi hanno proposto un accordo per fermare Falcone". Lo afferma il pentito Franco Di Carlo in un'intervista a Repubblica. "Accadde prima dell'attentato all'Addaura dell'89, venne a trovarmi un emissario di un ufficiale dei servizi che era stato il mio tramite con il generale Santovito per tanti anni. Con lui c'era il capo della Mobile Arnaldo La Barbera, quest'ultimo non si presentò, ma assistette. Non lo conoscevo, lo riconobbi in fotografia in seguito", racconta Di Carlo. "Vennero a chiedermi di trovare un modo per costringere Falcone ad andar via da Palermo, a cambiare mestiere. Mi spiego così l'attentato dell'Addaura. Cercai un contatto, credo che abbiano trovato un'intesa". "Cosa nostra non prende ordini da nessuno, ma le stragi hanno messo d'accordo più soggetti. Falcone e Borsellino erano un pericolo anche per chi nello Stato temeva la propria fine. L'idea di costituire Dia e Dna, di abbattere il segreto bancario, rappresentavano una minaccia per chi, politici compresi, aveva condotto una lotta di facciata, accordandosi sempre con noi", dichiara Di Carlo. In merito al processo sulla trattativa Stato-Mafia, "risponderò come sempre, ma è riduttivo chiamarla trattativa: non c'è stato un accordo soltanto sul 41 bis. Cosa nostra e politica - sottolinea il pentito - hanno avuto un dialogo continuo, erano soci". Sulle intercettazioni di Riina, "era certo di essere ascoltato, voleva far sapere che lui è il capo di Cosa nostra e che lo stragismo non è finito: è alla ricerca di chi continui la sua linea suicida", dice Di Carlo. "Ma Cosa nostra oggi è stanca della sua megalomania".


Fonte: unionesarda.it

Sigarette: ecco le 40 malattie provocate dal fumo


fumo
L'ultimo rapporto del Surgeon Generale collega le sigarette all'insorgenza di 40 patologie
 
Era il 1964 quando il primo rapporto del Surgeon General metteva per la prima volta in evidenza il legame tra il fumo e l'insorgenza del tumore al polmone. Oggi, a distanza di 50 anni, l'ultimo aggiornamento del documento collega le sigarette all'insorgenza di40 patologie. Ad essere coinvolti sono praticamente tutti gli organi. 

Dal cervello, in cui il fumo aumenta il rischio di ictus, agli occhi, che il fumo danneggia provocando glaucoma e degenerazione maculare, alla bocca, che rischia il labbro leporino se il bambino ha la mamma che fumava in gravidanza, e si prosegue con diabete, artrite reumatoide e persino fratture dell'anca. 

Il documento sottolinea poi che a queste malattie si aggiungono anche vari tipi di tumore oltre a quello ai polmoni, per un totale di un elenco di 37 patologie destinato probabilmente ad allungarsi nei prossimi anni. 
Oltre ai danni alla salute, sottolinea il rapporto, bisogna anche considerare anche quelli economici “con oltre 150 miliardi di dollari l'anno persi solo per le morti premature”.

L'ultima edizione del rapporto – che passa in rassegna le ultime scoperte scientifiche sul tema - spiega come oggi, a differenza di 50 anni fa, il rischio di morte causata dal fumo sia uguale tra uomini e donne, e anzi queste ultime pagano il prezzo più alto.

Papa Francesco attacca le banche usuraie: i media lo CENSURANO!

PAPA FRANCESCO 29 1Che le banche pratichino l’usura è un fatto più che mai risaputo tanto quanto le omissioni e le distorsioni offerte dagli organi di informazione. Non accusiamo i giornalisti che per mantenere il posto di lavoro sono obbligati ad adeguarsi ai dictat dei superiori ma per giustizia vogliamo far presente che Papa Francesco ha ben capito qual è la piaga sociale che devasta l’economia. Infatti nel discorso odierno durante l’udienza generale, e lo comprova anche Radio Vaticana, il Papa dice le testuali parole “che le Istituzioni possano intensificare il loro impegno al fianco delle vittime dell’usura, drammatica piaga sociale … e quando una famiglia non ha da mangiare perché deve pagare il mutuo agli usurai, quello non è cristiano! Non è umano! e questa drammatica piaga sociale ferisce la dignità inviolabile della persona umana”.
Il Tg5 delle 13, condotto da Chiara Geronzi (figlia di  Cesare Geronzi, ex presidente di Capitalia e di Mediobanca), e altri organi di informazione, nonché le agenzie di stampa, omettono di citare la parola mutui,  così da modificare il senso del discorso che a quel punto sarebbe diretto solo agli usurai e non alle banche usuraie.


DR
IL BOLLETTINO DEL VATICANO CON IL TESTO REALE
bollettino-vaticano-udienza-gen29-01-2014
 
Fonte: liberoreporter.it

Leggi anche: Banche: anatocismo e usura, CHIUNQUE ha avuto un fido potrebbe farsi risarcire!

mercoledì 29 gennaio 2014

Il Muos è completato, in due giorni montate le tre mega-parabole


Tra sabato e domenica scorsa sono state montate tutte e tre le mega parabole elicoidali che mancavano per completare la dannosa opera. Ci hanno lavorato notte e giorno, incessantemente.

L'installazione del mega sistema satellitare di telecomunicazione militare "Muos" dell'esercito americano è stato completato, nel silenzio generale. I media non ne hanno parlato, ignorando completamente le proteste dei comitati cittadini, che sono proseguite fino alla fine. Mentre l'installazione era in corso, un gruppo di attivisti si è incatenato ai cancelli della base, sono stati ignorati. Nonostante la dura repressione i "No Muos" hanno fatto il possibile per scongiurare questa opera, che potrebbe avere effetti negativi sulla popolazione della zona.

La base MUOS di Niscemi va a integrare un sistema di telecomunicazione che ha installazioni a Nolfork nello stato Usa del Virginia, a Geralton in Australia e nelle Hawaii.

 Staff nocensura.com
 


Approfondimenti sul Muos: (precedenti articoli)

PER NON DIMENTICARE: "LE PROMESSE ELETTORALI DI CROCETTA DI REVOCARE I PERMESSI PER IL MUOS"


Fonte: nocensura.com


L'ufficiale che rifiutò di inquinare il mare

Un ufficiale di Marina si oppone allo sversamento in mare di liquidi oleosi inquinanti e viene sottoposto a sanzioni e costretto al congedo. Lui ha combattuto nelle aule giudiziarie e oggi racconta la sua storia. 

Fonte: Il Tirreno. Abbiamo deciso di rilanciare l'articolo comparso sul quotidiano toscano Il Tirreno perchè racconta una storia che dice molto di questa Italia con cui oggi ci ritroviamo a fare i conti. E la riportiamo anche per dare conto dell'esistenza di persone come David Grassi, che speriamo possano essere tantissime e trovare il coraggio di farsi sentire.
LIVORNO. Invece di abbassare la testa e obbedire rispondendo: «Signorsì, signore», ha guardato il superiore negli occhi e ha risposto: «No, signor capitano, questo non lo possiamo fare. E se lo dovesse fare lei, sappia che ho già fatto delle foto e alcuni filmati che invierò a chi di dovere, anche alla stampa se necessario, per denunciare quello che è successo a bordo».
L’ordine che l’ufficiale David Grassi, insieme ad altri due colleghi, si è rifiutato di eseguire e che ha cambiato la sua vita per sempre, era quello di sversare in mare migliaia di litri di liquidi oleosi, provenienti dal motore, che si erano accumulati nella sentina; in barba alla tutela dell’ambiente, al rischio inquinamento e al regolamento internazionale che prevede, anche per le navi militari, di svuotare le sostanze inquinanti nel porto più vicino e con l’intervento di una ditta specializzata.

Ma guarda un po’: il figlio ed il nipote di Giorgio Napolitano entrambi vincitori di concorsi !!!

Il figlio e la nipote di Napolitano: due ‘ragazzi’ intelligenti proprio come lui…
Il Prof. Paolo Cioni, alle cui proposte per una radicale riforma del sistema sanitario sto dando spazio in una serie di articoli, parlando di Università, ci ha ricordato una vicenda che riguarda da vicino il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, naturalmente ignorata dai grandi quotidiani di regime, ad eccezione di Italia Oggi.
Prima di entrare nel vivo della vicenda, ricordo ai nostri lettori che Paolo Cioni è uno stimato neuropsichiatra, docente di Psicopatologia e autore di diversi trattati di Psicologia e Psichiatria, nonché del best seller Neuroschiavi (Ed. Macro, 2009, scritto insieme a Marco Della Luna).
Non è un mistero per nessuno, sostiene Cioni, che nell’università italiana concorsi, dottorati, cattedre vengano vinti quasi sempre dai soliti noti, parenti o protetti di altri soliti noti. La situazione sconfortante si evince semplicemente guardando i cognomi di chi lavora nelle varie facoltà. Esiste infatti in rete una vastissima documentazione che dimostra, nero su bianco e con prove inoppugnabili, in che misura vengano favoriti per le cattedre e per gli incarichi più prestigiosi figli, parenti, cugini e cognati di pezzi grossi della politica, di deputati, senatori ed altri rappresentanti delle istituzioni. Ma pochi sanno, perché i giornali raramente ne parlano, che un caso controverso riguarda proprio l’attuale Presidente della Repubblica.
Prendiamo ad esempio il caso di Roberto Tomei, un dirigente dell’ISTAT con una grande passione per il Diritto e la Giurisprudenza, con alle spalle numerose pubblicazioni in tali ambiti. Nel 2000 decise di partecipare ad un concorso pubblico per l’assegnazione di una cattedra universitaria di Diritto Amministrativo (come Professore associato), resasi vacante nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Molise. Ovviamente non era l’unico candidato. Assieme a Tomei si presentarono infatti altre persone. Ma sentiamo quello che lo stesso Tomei ha dichiarato al quotidiano Italia Oggi«Non ce la feci perché, nonostante avessi scritto libri e pubblicazioni in materia, la commissione esaminatrice non li ritenne idonei ai fini del mio punteggio. Ritenne invece idonee per la cattedra altre tre persone prima di me: Andrea Rallo, che venne chiamato dalla stessa Università del Molise, e, a seguire, Marina D’Orsogna e Giulio Napolitano, che furono chiamati rispettivamente dall’Università di Teramo e dall’Università della Tuscia».

Bibbia: intervista doppia, Mauro Biglino Vs Monsignor Avondios


Confronto tra lo scrittore Mauro Biglino, traduttore "letterale" della Bibbia e autore di diverse pubblicazioni (il suo ultimo libro si intitola "La Bibbia non è un testo sacro") e Monsignor Avondios

Chi è Mauro Buglino?

Mauro Biglino è un traduttore “lettereale”della bibbia e sta avendo un grosso successo… attirando però molte critiche: ho letto molti siti e forum. Ecco le mie opinioni a riguardo…
Mauro Biglino è un nome molto controverso: traduttore per le edizioni San Paolo si trasforma in una sorta di Zecharia Sitchin Italiano. Se quest’ultimo, dallo studio il cuneiforme ha dedotto che la mitologia Sumera ( e l’antico testamento della Bibbia, che da queste leggende ha preso a piene mani) sono un po’ di più di storie da prendere metaforicamente, l’italiano rincara la dose, traducendo esattamente ( o cosi almeno dice, non posso confutare) dall’ebraico antico… Mauro ha il suo bel curriculum e con questo lavoro ha sbragato.
Quando trovo un lavoro cosi particolare mi piace vedere quali sistemi di credenza sono stati sfidati.
Dopo la prima lettura, davvero piacevole, Ho ovviamente cercato su internet le voci contrarie al lavoro di Mauro e ovviamente ne ho trovate davvero tante.
Nello specifico: un milione di siti che derivano e sono scandalizzati (inutile immondizia che mi ha solo fatto perdere tempo)
un forum di studiosi del vecchio testamento (molto attivo) che meritava una lettura (link http://consulenzaebraica.forumfree.it ) – utile anche per approffondire le letture dei De Angelis.
Un sito messo su apposta per contrastare Mauro (http://ame-confutatio.blogspot.it)
Mi sono permesso di segnare un po di commenti interessanti – segnado i punti con cui attaccano Biglino con ragione e dove invece secondo me non hanno il giusto appiglio. Dei due siti “importanti ” l’unico che davvero disfa ALCUNE delle affermazioni di Mauro è il blog Ame-Confutatio… Il forum oltre a dire che Biglino ha una pessima pronuncia e discutere della faccenda se Elohim sia plurale/singolare non fa (anzi spesso sembra quasi dare ragione a Mauro) - Testo di cocooa.com - continua a leggere sul sito di Mauro Biglino 

Come mai pennivendoli e politicanti si indignano solo ora?


CHE MASTROPASQUA AVESSE DECINE DI INCARICHI LO AVEVAMO SEGNALATO PIU' VOLTE GIA' ANNI FA:

ECCO I POST:

https://www.facebook.com/nocensura/posts/105420976265959 (Maggio 2012)

https://www.facebook.com/nocensura/posts/587884431262654 (Luglio 2013)

MA I PENNIVENDOLI DELLA CASTA SE NE SONO ACCORTI SOLO ORA....


Staff nocensura.com

Il mistero della (presunta) base aliena sulla luna (Foto, Video)


Da Huffingtonpost.it

Il canale YouTube "Wowforreeel", dedicato principalmente alla pubblicazione di video che testimoniano presunti avvistamenti di UFO, analizza l'ennesimo mistero extraterrestre: sulla Luna ci sarebbe una base aliena. L'ipotesi è stata formulata dopo aver scovato, grazie a Google Moon, lo strumento dell'azienda di Mountain View che consente di esplorare vaste aree del pianeta, uno scintillante triangolo che non sembrerebbe avere niente a che fare con la superficie lunare circostante.
“È soltanto uno strano cratere - ci si chiede nelle ultime ore sul web - O potrebbe essere qualcos'altro? Magari una nave spaziale oppure l'ingresso di una base aliena". Dall'analisi delle immagini l'oggetto "non identificato" in questione dovrebbe avere una base di 125 metri e un'altezza di circa 90 metri. Curiosi i sette puntini che si intravedono sotto il triangolo, che tra l’altro presenta un curioso (poiché preciso) angolo di 90°. Tutti indizi che lascerebbero pensare a una "costruzione" e non a una particolare conformazione del terreno. Sul web, inoltre, fanno notare come la strana “apertura” individuata sulla Luna sia molto simile, per forma e dimensione, a una cavità “sospetta” trovata dai navigatori in Antartide grazie a Google Earth.


lunedì 27 gennaio 2014

Lo Scopo Segreto della Radioattività

La «terza guerra mondiale» in corso non sarà soltanto una guerra tra nazioni diverse, ma sarà soprattutto una guerra contro tutti coloro che, nelle popolazioni civili, si oppongono ancora – anche solo mentalmente – al piano dell’Ordine Mondiale. È una guerra acuta e magica contro la coscienza che non richiederà necessariamente l’uso di armi convenzionali. 

È in questa prospettiva di guerra contro la coscienza che va cercato l'obiettivo dell’operazione Fukushima: l’irradiazione, leggera ma reale, di tutto il pianeta. Infatti, dopo essersi diffusa in America, la radioattività toccherà l’Europa prima di proseguire verso Est. Va rilevato che la radioattività ha effetti negativi non solo sulla salute, ma anche e soprattutto sulla coscienza. 

La radioattività favorisce la comparsa di entità che la tradizione esoterica chiama Asuri. Provenienti da strati invisibili al di sotto della superficie della Terra, queste entità costituiscono un grave pericolo per l’anima. In compenso sono molto utili per lo sviluppo delle tecnologie nere, in particolare dell’informatica. 

Per questo motivo i mondialisti favoriscono sistematicamente la radioattività, moltiplicando le centrali nucleari e le cosiddette esplosioni sperimentali. Dal 1945, 2053 esplosioni atomiche hanno «illuminato» il cielo, di cui diverse centinaia sulla costa occidentale degli Stati Uniti, dove gli Asuri sono particolarmente attivi.

Ti piace il Kebab? Guarda come viene prodotto! (VIDEO CHOC)




Vedi anche:
 

L'UE regala 484 milioni al dittatore dello Zambia


L'UNIONE EUROPEA REGALA QUASI MEZZO MILIARDO DI EURO ALLO ZAMBIA (ALTRO GOVERNO TRA I PIU' CORROTTI D'AFRICA) PAZZESCO.

L'Unione Europea si impegna a dare quasi mezzo miliardo di euro allo Zambia. I tanti italiani che ogni giorno sono costretti ad andare alle mense della Caritas per un pasto caldo e tutti coloro che avendo perso il lavoro non sanno come sfamare la famiglia esploderebbero di rabbia se sapessero che alcuni giorni fa l'Unione Europea ha promesso aiuti economici allo Zambia per 484 milioni di euro (969 miliardi delle vecchie lire) che verranno erogati tra il 2014 e il 2020, soldi che vengono anche dalle tasse degli italiani attraverso le misure lacrime e sangue a noi imposte.

Questi soldi serviranno a riparare la diga di Karima, costruire nuove centrali solari, aiutare il settore agricolo, migliorare la trasparenza dell'amministrazione pubblica e riformare la giustizia. Come se in Europa questi stessi problemi fossero risolti e non servissero quindi investimenti in tal senso!

Spagna in crisi, ma a Marinaleda grazie a Gordillo non esiste disoccupazione!


Per maggiori info su Marinaleda e le cooperative agricole volute dal sindaco Manuel Gordillo leggi i seguenti articoli di Nocensura.com:


Lettonia, due settimane di Euro ed i prezzi sono già aumentati!


LONDRA - In Lettonia prezzi dei farmaci alle stelle dopo l'introduzione dell'euro. Sono passate sono tre settimane da quando l'euro e' stato adottato in Lettonia ma gli effetti negativi di questa politica impopolare (il 60% dei lettoni e' contrario) sono gia' ampliamente evidenti.
Pochi giorni fa La Voce Della Russia ha riportato come nella prima settimana di gennaio i prezzi di alcuni beni sono aumentati significativamente.  Ad esempio il costo dei singoli farmaci è aumentato del 10,7-11,2% come e' anche aumentato il prezzo del grano.
Un aumento dei prezzi di circa il 10% è stato registrato nei ristoranti e nei locali per il divertimento.  E' probabile pero' che l'aumento reale sia stato ben superiore a quello ufficiale visto che le statistiche sull'inflazione sono notoriamente falsificate per far credere all'opinione pubblica che gli aumenti sono stati contenuti.
Ancora una volta la storia si ripete e come da copione i giornali di regime censurano questa notizia per far accettare a tutti la menzogna sul presunto successo della moneta unica pero' questo trucco non funziona piu' e la classe politica lettone sta letteramente giocando col fuoco.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra

Fonte: ilnord.it

domenica 26 gennaio 2014

"Commissione UE collusa con Bilderberg, obiettivo governo mondiale"



"E' impossibile non giungere alla conclusione che la mancata segnalazione di questi eventi è qualcosa di diverso di una cospirazione tra gli organizzatori e i media. Semplicemente questo conferma la convinzione di molti che l'agenda e lo scopo nascosto del gruppo Bilderberg è quello di realizzare un governo mondiale non democratico. E' una vergogna che la Commissione Europea sia collusa con questo."

Gerard Batten (Europe of Freedom and Democracy group)


Fonte: http://youtu.be/rlhQiVk-nyM

Amianto, "Gli elicotteristi cambiavano i pezzi a mani nude"

Amianto elicotteri
Amianto, "Gli elicotteristi cambiavano i pezzi a mani nude": Le testimonianze raccolte dal Cocer dell'Aeronautica


Agli elicotteristi i pezzi in amianto glieli facevano cambiare a mani nude, e senza neanche una mascherina. E le vecchie pastiglie dei freni con amianto, e quelle nuove che ne sono prive, vengono a volte confuse fra loro. Questo il tenore delle testimonianze raccolte da Alfio Messina, delegato Cocer dell’Aeronautica Militare, che si è sempre sentito ripetere le stesse cose, nelle segnalazioni arrivate dalle basi di Grosseto, Grazzanise, Decimomannu, Pratica di Mare, Padova e Vicenza, dove il personale presta o ha prestato servizio.
Prima di rilasciare a titolo personale un’intervista all’Huffington Post, Messina ha infatti avuto modo di ascoltare storie di colleghi che oggi temono per la propria salute. “Hanno saputo dell’esistenza di questo problema da notizie di cronaca – racconta il delegato – e ora quelli che hanno lavorato e continuano a lavorare su velivoli che contengono componenti o parti tecniche in amianto, hanno realizzato che fino ad oggi non sono stati debitamente informati sui rischi per la propria salute”. Sono preoccupati, e si rivolgono al Cocer cercando, “qualche parola di conforto, cosa che certo non ricevono dagli organi preposti. Perché a quanto ci risulta, in tutti questi anni i responsabili delle loro attività non hanno mai informato il personale di bordo della presenza di amianto. Ammesso che ne fossero loro stessi stati messi a conoscenza”.
“Ovviamente – premette doverosamente Messina – non siamo un comitato scientifico, e non possiamo fare azioni ispettive, ma questo è ciò che i colleghi che rappresentiamo mi hanno detto”. Ed è anche ciò che il Cocer andrà a riferire – vedi documento – al Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, ossia lo stesso generale Pasquale Preziosa che con l’istituzione del “Comitato amianto” (anticipata dall'HuffPost) ha già dimostrato la sua sensibilità verso questa tematica.

Magaldi: "Le tre più alte cariche dello stato? Tutti massoni!"

Giole Magaldi, leader del Grande Oriente Democratico



Nell'ambito di un servizio dedicato a "Politica e massoneria" de La Gabbia dove l'inviato domanda a diversi politici "se sono massoni" o se "conoscono politici massoni", viene intervistato Gioele Magaldi, leader della loggia massonica "Grande Oriente Democratico", che in passato ha rivelato l'affiliazione di Mario Monti a ben due logge, (circostanza ribadita anche in questa occasione)  rivelando che il suo governo era composto da molti "grembiulini".  (Vedi anche: Magaldi sull'appartenenza alla massoneria internazionale di Monti e Draghi)

 Magaldi sostiene che le prime tre cariche dello Stato - Presidente della Repubblica, della Camera e del Senato - sono affiliati alla massoneria.

A domanda Magaldi risponde che buona parte dei Presidenti della Repubblica che si sono avvicendati in questi anni erano affiliati alla massoneria: "compreso l'attuale inquilino", Giorgio Napolitano. Poi rivela che Piero Grasso "è stato iniziato molti anni fa" (quando era in magistratura quindi?) e secondo Magaldi, persino Laura Boldrini "nell'ambito delle sue esperienze internazionali ha avuto un'affiliazione massonica".

Nonostante siano passati ben 10 giorni dalla divulgazione del servizio, vi risulta che qualcuno di questi abbia smentito?!? A me no!

Tra i politici intervistati, nessuno sembra sapere niente, nessuno vuole parlare; tra questi Giulio Tremonti, che risponde cortesemente di non voler parlare; eppure lui probabilmente di cose da dirne ne avrebbe, visto che in più occasioni ha parlato di "illuminati".

L'unico tra i politici a rispondere in modo "dignitoso", seppur molto, molto, molto cauto, è l'ex Ministro Sacconi; alla domanda "molti suoi colleghi sono massoni?" Sacconi annuisce e risponde "presumo, può darsi", per poi rilasciare, sempre in modo molto cauto, la seguente dichiarazione: "Io penso che molti gruppi di pressione guardino all'Italia come un paese insieme importante e fragile, e questo tenti molti dal manipolare il corso democratico". Una risposta che per chi sa "leggere tra le righe", esprime più di quanto sembra...


Alessandro Raffa per nocensura.com

Tratto da nocensura.com

Gioia Tauro, il dossier degli scienziati: «Distruzione letale per l’ecosistema»


Una rela­zione shock, che sbu­giarda i nostri gover­nanti. Un’informativa che getta un’ombra ancor più fosca sull’arsenale siriano che farà rotta verso il porto di Gioia Tauro tra qual­che giorno. È Pino Romeo, urba­ni­sta, coor­di­na­tore del tavolo tec­nico di tutela ambien­tale della Piana, tra i fon­da­tori del comi­tato con­tro il rigas­si­fi­ca­tore di San Fer­di­nando, a con­se­gnarla al mani­fe­sto dopo averla espo­sta suc­cin­ta­mente nell’infuocata assem­blea di lunedì sera, alla pre­senza dei sin­daci in par­tenza per Roma. Dove ieri “l’operazione Gioia Tauro” ha avuto il via libera del governo. Un atto d’imperio, un sopruso. Con­tro la popo­la­zione. In spre­gio alla legge ita­liana e alla Con­ven­zione di Aarhus, rati­fi­cata dall’Italia con la legge 108 del 2001, che mette al cen­tro di ogni pro­cesso deci­sio­nale la par­te­ci­pa­zione. E lo sce­na­rio è alquanto tetro, secondo quanto emerge dalle carte in nostro pos­sesso. «Siamo entrati in con­tatto con gli alti espo­nenti della comu­nità scien­ti­fica di Demo­cri­tos (gli omo­lo­ghi del Cnr, ndr) di Atene e del Poli­tec­nico di Creta, che par­lano di com­pleta distru­zione dell’ecosistema che gra­vita intorno al Medi­ter­ra­neo cau­sato dalla distru­zione delle ogive» spiega Romeo. La neu­tra­liz­za­zione delle armi siriane, insomma, avrà effetti letali, a due passi da noi. Per­chè, una volta scelto Gioia Tauro, come porto su cui effet­tuare il tra­sbordo, la que­stione ancora irri­solta, su cui Bonino, Lupi, Mauro, Orlando e Letta prima o poi dovranno dar conto, riguarda il luogo dove verrà distrutto l’arsenale mediante idro­lisi. E gli studi degli scien­ziati greci ras­si­cu­rano ben poco. «L’armamento sarà distrutto nella zona di mare ad ovest di Creta, con la con­ni­venza delle auto­rità gre­che, ita­liane e mal­tesi» ha detto a chiare let­tere il col­la­bo­ra­tore scien­ti­fico di Demo­cri­tos, ed ex pre­si­dente dell’Unione dei chi­mici greci, Nikos Katsa­ros. «Se tale neu­tra­liz­za­zione sarà effet­tuata tra­mite il pro­cesso di idro­lisi, non c’è da stare tran­quilli. Si tratta di un metodo estre­ma­mente peri­co­loso, con con­se­guenze impre­ve­di­bili per l’ambiente medi­ter­ra­neo e i popoli vicini». Gli effetti saranno la necrosi com­pleta dell’ambiente inte­res­sato e l’inquinamento marino tra il mar Libico ed il mar di Creta. Il pesce sarà avve­le­nato dalla con­ta­mi­na­zione, al pari della popo­la­zione che lo con­su­merà. Di seri rischi parla il pro­fes­sor Evan­ge­los Gida­ra­kos, del Poli­tec­nico di Creta, che ha lan­ciato l’allarme alle auto­rità gre­che, che per ora pre­fe­ri­scono tacere. «Que­ste sostanze chi­mi­che sono miscele di agenti peri­co­losi e tos­sici» sot­to­li­nea.

ARMI CHIMICHE NEL PORTO DI BARI (VIDEO)

Questo è l'episodio dell'iprite affondata nel porto di Bari alla fine della II Guerra Mondiale, di cui Lannes parla nel suo articolo: OBAMA DECRETA LA MORTE DEL MEDITERRANEO CON L'AFFONDAMENTO DELLE ARMI CHIMICHE


(Visto su Luogocomune.net)

sabato 25 gennaio 2014

Italia: "democrazia scomparsa con il governo Monti"

Il linguista e attivista politico simpatizzante anarchico Noam Chomsky è sempre stato molto critico con le "finte" democrazie dei Paesi occidentali.
ROMA (WSI) - La democrazia in Italia è scomparsa quando è andato al governo Mario Monti, designato dai burocrati seduti a Bruxelles, non dagli elettori". 
Parole nette e decise quelle di Noam Chomsky, il maggior linguista vivente e filosofo, in Italia per il Festival delle Scienze all'Auditorium Parco della Musica di Roma dove approfondirà il tema dei linguaggi. 


Nonostante i suoi 85 anni, Chomsky, uno degli intellettuali più ascoltati del pianeta, non cambia le sue idee che ha portato avanti per tutta la vita e continua a condannare i sistemi neoliberisti e neocolonialisti. 

Come la massoneria americana sostiene il chip r-fid di massa

Di Davide Consonni
 
La promozione di programmi di identificazione di bambini da parte di obbedienze massoniche, negli Stati Uniti, è ormai una realtà affermata. Ogni stato confederato ha il suo programma massonico per la promozione e la somministrazione di kit per l’identificazione di bambini. Esistono, negli Stati Uniti, decine di siti internet che promuovono la somministrazione di kit per l’identificazione di bambini.

Perfino Wikipedia possiede una pagina dedicata al Masonic Child Identification Programs (CHIP)

“Massonica Child Identification Programmi (CHIP) è una iniziativa benefica delle logge massoniche del nord america per facilitare l’identificazione e il recupero dei bambini scomparsi . Programmi CHIP sono supportati monetariamente dalla Gran Loggia, e sono gestiti da volontari provenienti da logge subordinate, nonché da forze dell’ordine e professionisti del settore dentistico

I programmi CHIP permettono ai genitori l’opportunità di creare un kit di identificazione per il loro bambino, a titolo gratuito. Il kit contiene una scheda di impronte digitali, una descrizione fisica, un video, disco computer o DVD del bambino, una impronta dentale, e un campione di DNA. Lo scopo del kit è quello di fornire informazioni critiche per il pubblico e per l’applicazione della legge nel caso in cui un bambino scompaia. Il programma è stato lodato dal Centro Nazionale per bambini scomparsi e sfruttati.

La videocassetta o DVD, oltre a catturare l’aspetto e la voce, include domande mirate verso gruppi di età del bambino e può aiutare a trovare bambini che potrebbero mancare per altri motivi oltre a sequestro.

Il programma massonico Child ID è stato fatto riferimento per statali e locali forze dell’ordine come modello per la creazione di questo servizio. La differenza tra CHIP massoniche e gli altri è che le agenzie di polizia municipale e di diritto in genere mettono tutti i dati raccolti (comprese le impronte digitali) in un database. Il Child ID programma massonico opera con la massima riservatezza, con tutti i dati su computer portatili rimuovere da sistemi subito dopo che i dati DVD è stato scritto. Se un DVD o un video si perde da un genitore o tutore, possono semplicemente avere un altro creato gratuitamente frequentando un altro evento massonico Child ID”.

venerdì 24 gennaio 2014

Scandalo a La Zanzara: ecco le frasi shock sulla pedofilia VIDEO

- di Daniele Di Luciano -
Nella puntata del 17 gennaio 2014 del programma radiofonico “La Zanzara” si è parlato di “Minorenni e sesso”, come si può vedere nel loro sito ufficiale. L’ospite era Pasquale Squitieri che, leggiamo su Wikipedia, è iscritto al Partito Radicale.
L’intervento in questione inizia al minuto 9:40 e lo potete riascoltare cliccando qui.
Riportiamo le frasi più significative di Squitieri.
Se non lo prendi non cresci come donna. Io ho tre figlie femmine, e quando avevano 10, 12 anni, 13 anni, chiedevo: “Ma ancora vegini siete? Ma insomma è una vergogna” Era disgustosa questa cosa che fossero ancora vergini.
Prendi una ragazza di 12, 13 anni, non è più come all’epoca mia, oggi ne sanno più di chiunque altro! Mamma mia fanno paura.
Io ho sposato una minorenne nel 1965, aveva 17 anni ma facevamo l’amore da quando ne aveva 13 e io ne avevo 21, 22.
Da notare anche come Cruciani, il conduttore del programma, rimanga relativamente tranquillo nell’ascoltare queste dichiarazioni mentre spesso, Cruciani e Parenzo, si accalorano con gli ospiti per opinioni, a nostro avviso, molto più condivisibili…
I radicali non sono nuovi a simili uscite. Per questo motivo l’anno scorso, noi di Lo Sai, siamo andati a chiedere spiegazioni a Pannella. Ecco il video:


Fonte: informarexresistere.fr

loading...

Archivio blog

loading...