sabato 29 novembre 2014

L'avvocato di Corona: "Fabrizio trattato come un mafioso"


Di @LorenzoLamperti - affaritaliani.it

"Diritto e giustizia non sempre collimano". Ivano Chiesa, l'avvocato di Corona, fa il punto sulle condizioni del suo assistito in un'intervista adAffaritaliani.it: "Fabrizio sta male, serve un intervento mitigatore".
Avvocato Chiesa, negli scorsi giorni la madre di Fabrizio Corona ha denunciato i seri problemi di salute del figlio. Come sta attualmente Corona in carcere?
Sta male, molto male, anche da un punto di vista psicologico. Dire che è disperato è troppo ma è un uomo sofferente. E la mamma è logico che si preoccupi.
In molti considerano la pena di Corona esagerata. Perché?
La pena è esagerata senza forse e ci si è arrivati con una serie di condanne una più strampalata dell'altra. La più strampalata di tutte è quella di Torino per estorsione aggravata. Una condanna che non sta né in cielo né in terra e nella quale la tipologia di reato è esagerata. L'estorsione aggravata è un reato ostativo e va a finire nell'ordinamento 4 bis. La conseguenza è che Corona è finito nel "girone dei cattivi". Non può accedere a misure alternative e a nessun beneficio carcerario e viene trattato come un pericoloso criminale.
Ma come si è arrivati a 14 anni e 2 mesi?

Il reato più grave è quella del caso Trezeguet per estorsione aggravata. Ripeto, si tratta di una pazzia. Corona ha venduto due foto a Trezeguet, tra l'altro due foto neutre, per le quali non c'è stato nessun metodo estorsivo e nessuna minaccia. Lo stesso Trezeguet in televisione ha detto che non è stato minacciato, e lo ha detto anche davanti al pm. Tra l'altro si tratta di foto scattate da un paparazzo per strada a un personaggio che più pubblico di così si muore. All'epoca era un attaccante della nazionale di calcio francese e della Juventus. Però è stata considerata una violazione della privacy e il fatto di aver messo in vendita queste foto è stata considerata estorsione. Poi la ragione per la quale l'estorsione è stata considerata aggravata, cosa decisiva perché si finisce nei reati ostativi, è incredibile. Il motivo è che insieme a Fabrizio c'era l'autista che lo aveva accompagnato. E la presenza di due persone basta per far scattare le aggravanti e finire nel 4 bis dell'ordinamento penitenziario. Tant'è...  Così Fabrizio è finito tra i cattivi, senza nessun beneficio. E ora che i 14 anni e 2 mesi sono stati ridotti a 9 anni e 8 mesi la Procura della Repubblica ha impugnato.
Crede che il "personaggio Corona" abbia influito sulle condanne?
Sicuramente ha influito. I magistrati sono esseri umani come tutti gli altri e se uno fa l'arrogante e lo sprezzante magari poi se gli devi dare un'attenuante non gliela dai. Non sto dicendo che si sia andati al di là della legge, anzi. I magistrati hanno applicato la legge usando il loro ampio potere discrezionale. Lui se l'è cercato e loro sono stati severi. Però l'atteggiamento di Corona nella sua vita non avrebbe dovuto influire in alcun modo sulle loro decisioni. Nei provvedimenti invece si trova un'impressionante componente etica nel giudizio. Fatto sta che ora gli viene applicata una misura di sorveglianza speciale come se fosse un mafioso. Sicuramente lui ha mantenuto dei comportamenti sopra le righe ma i magistrati non dovrebbero dare giudizi morali. E dire che Corona è "socialmente pericoloso" fa ridere.
Crede ci siano disparità di trattamento con altre vicende e altri condannati?
Guardi, vuole scommettere che nessun indagato delle vicende Expo e Mose prenderà più di 5 anni? Ci scommetto la mia carriera. Io ho fatto Mani Pulite e già so che se gli va di sfiga si prendono 5 anni. Fabrizio invece ha una pena uguale a chi viene condannato per omicidio col rito abbreviato. E' una pena da narcotrafficante internazionale. E allora mi chiedo: è più grave vendersi due fotografie o vendersi un appalto?
La grazia è una strada percorribile?
Con la grazia ci proviamo, ma non su tutto. Non vogliamo che poi si dica: "Ah, il solito privilegiato". Fabrizio non è quell'uomo lui. Prima di conoscerlo avevo una concezione su di lui, credo simile a quella che ha la maggior parte delle persone, ma quando l'ho conosciuto la mia idea è cambiata moltissimo. Fabrizio è una persona estremamente intelligente e piena di qualità. Non vuole essere mandato a casa con un colpo di spugna. Lui vuole scontare la pena ma il problema è il modo. Se si togliesse il reato ostativo avrebbe la possibilità di scontare la pena come tutti gli altri e accedere ai benefici alternativi. Cambierebbe tutto e si potrebbe recuperare un uomo e un contribuente, non dimentichiamolo, da milioni di euro. Fabrizio continua a pagare milioni di tasse anche dal carcere, nonostante lo si sia dipinto come uno che vive di proventi illeciti (provenienti per altro da migliaia di servizi fotografici fatturati).
Vi siete rivolti alla politica? C'è qualcuno interessato alla vicenda di Corona oppure anche lì ha forse pestato qualche piede?
Non so se abbia pestato piedi. So che l'unico politico che ha preso posizione è stato Beppe Grillo, che ci ha anche dato spazio sul suo blog. Si sono pronunciati anche persone dello spettacolo, ma nessun altro politico. Io Fabrizio lo vedo stanco, prostrato e sofferente. Spero che qualcuno gli dia una mano e questo qualcuno può essere il Presidente della Repubblica. In questa storia mi sembra che manchi il senso di giustizia. Ogni tanto il diritto non collima con la giustizia e per questo ci vuole un intervento mitigatore il prima possibile.


Fonte:  affaritaliani.it



Archivio blog