giovedì 30 maggio 2013

"El concursante" - parte cruciale del film

mercoledì 29 maggio 2013

Mais Ogm, la Corte europea dà ragione a Fidenato: non servono autorizzazioni

Le sue erano state considerate semine abusive (foto archivio)
I giudici si sono pronunciati contro l’Italia: non era possibile
impedire all’agricoltore di coltivare il Mon810 a Fanna e Vivaro
di Cristina Antonutti
PORDENONE - L’imprenditore friulano Giorgio Fidenatoha ragione: non aveva bisogno di autorizzazioni per coltivare mais geneticamente modificato. Così si è pronunciata la Corte di giustizia europea, a cui il giudice del Tribunale di Pordenone, Rodolfo Piccin, aveva trasmesso gli atti del processo che vede Fidenato imputato di semine abusive nei suoi terreni di Fanna e Vivaro (2010). 

Lo scorso novembre il processo era stato sospeso al termine della discussione. Il pm aveva chiesto l’assoluzione di Fidenato, ma il giudice non uscì dalla camera di consiglio con una sentenza, bensì con un’ordinanza che disponeva ciò che l’avvocato Francesco Longo ha chiesto sin dall’inizio del processo: una pronuncia della Corte di giustizia europea in merito alle discordanze tra le sentenze della Corte di Cassazione e dei giudici europei.

Francia - Prosegue processo Mediator,18mila morti per farmaci

Ogni anno per effetti secondari, secondo esperto alla sbarra

Nanterre, 27 mag. (TMNews) - I cosiddetti effetti indesiderati dei farmaci sono responsabili di almeno 18mila decessi ogni anno in Francia, un numero che supera le statistiche dei suicidi o degli incidenti stradali messe insieme: è quanto ha indicato Bernard Bégaud, medico ascoltato come testimone a Nanterre, nel processo al farmaco killer Mediator, commercializzato per decenni come anti-diabetico e risultato poi un derivato dell'anfetamina.

"Ogni anno ci sono 18mila morti direttamente legati all'assunzione di farmaci. Tra questi, molti casi sono inevitabili, ma un terzo di questi decessi corrisponde a delle prescrizizioni non giustificate", ha spiegato l'esperto alla sbarra, membro della commissione che vigila sui farmaci dal 1982 al 2000 e co-autore di uno studio sull'argomento. "La Francia è un paese nel quale da sempre si vigila molto male sull'uso delle medicine", ha denunciato Bégaud.

Il Parkinson arriva con frutta e verdura (pesticidi, insetticidi e diserbanti)

Come la mela di Biancaneve? Bella, lucida, rossa e... avvelenata.
Il pericolo pesticidi è sempre attuale e potrebbe essere 
collegato al rischio di malattia di Parkinson. 
Foto: ©photoxpress.com/Kimberly Reinick
Oltre cento studi suggeriscono un’associazione tra l’esposizione a pesticidi, insetticidi e diserbanti e la malattia di Parkinson. La ricerca italiana che supporta questa ipotesi
LM&SDP

La malattia di Parkinson potrebbe anche essere portata dall’agricoltura e i suoi prodotti che portiamo in tavola ogni giorno: l’esposizione a pesticidi, diserbanti e insetticidi infatti è stata associata a un maggiore rischio di sviluppare la malattia di Parkinson.
Questo è quanto emerge da uno studio revisionale su oltre 100 ricerche, condotto dagli scienziati della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia in collaborazione con il Centro Parkinson – Istituti Clinici di Perfezionamento (ICP) di Milano coordinato dal dottor Gianni Pezzoli.

Il dottor Emanuele Cereda, principale autore dello studio, e colleghi hanno analizzato 104 studi che hanno esaminato il legame tra l’esposizione a pesticidi, diserbanti, insetticidi, solventi e il rischio di sviluppare la malattia di Parkinson – in particolare in chi lavora in agricoltura. Nella revisione sono tuttavia stati inclusi anche quegli studi che hanno valutato la vicinanza all’esposizione, come per esempio in coloro che vivono vicino alle campagne, lavorano nelle vicinanze di campi e bevono acqua potabile di rubinetto.

Latte vaccino e derivati dichiarati nocivi in Russia

Sensazionale dichiarazione sulla principale emittente televisiva russa "Primo canale" del giorno 20 gennaio 2013. Un gruppo d'illustri professori dopo due anni di riflessione decide di informare il popolo russo sulla questione del latte vaccino.

Le dichiarazioni sono forti ed univoche: "Il latte vaccino e tutti i suoi derivati sono la causa primaria di molte malattie di tipo degenerativo moderno e di molti tumori".

Questo video è stato tradotto in Italiano dalla web TV Veggie Channel affinché i media italiani ne prendano esempio ed abbiano il coraggio di diffondere questa oramai unanime ed internazionalmente riconosciuta evidenza scientifica.


Fonte: http://youtu.be/1dqeyuZuuRY

Ocse "Italia in recessione a causa dell'austerity, peggio del previsto nel 2013"

(AGI) - Roma, 29 mag. - L'Italia "restera' in recessione per tutto il 2013 a causa degli effetti sull'attivita' economica del consolidamento fiscale e della stretta sul credito". E' quanto prevede l'Ocse nel suo Economic Outlook. "L'occupazione e le ore lavorate", prosegue, "continueranno a calare, pesando sui bilanci delle famiglie e sulla spesa per consumi".

Nonostante le ricapitalizzazioni, sottolinea l'organizzazione di Parigi, il settore bancario non riuscira' a sostenere gli investimenti e i consumi a causa dei bilanci in perdita. Nei dettagli, l'Ocse prevede per l'Italia un Pil in calo dell'1,8% nel 2013 e in crescita dello 0,4% l'anno successivo. "La bassa crescita e la debolezza delle banche interagiscono per prolungare la recessione", tira le somme l'Ocse che rileva pero' un "miglioramento della competitivita'" legato da una parte al "rallentamento della crescita dei salari" e "ai costi unitari del lavoro che iniziano a migliorare". E dall'altra al "rafforzamento della competitivita' sui prezzi" degli esportatori, causato dalla riduzione dei margini di profitto.

Mandara’ (M5S): troppi italiani collusi, delinquenti, ignoranti. Non rimango in questo paese di m..

mandara“Lascio il Movimento 5 stelle e l’Italia. Perche’ sono stanco, sono un vigliacco e non ho intenzione di continuare a lottare. Lascio voi che sicuramente siete piu’ coraggiosi di me”. Ma non e’ colpa del risultato elettorale di M5S alle amministrative, che e’ “solo l’ultima goccia“. Cosi’ Salvo Mandara’, ingegnere elettronico e reporter per caso, diventato famoso durante lo ‘Tsunami tour’ nel quale ha seguito tutte le tappe di Beppe Grillo per l’Italia.

Salvatore, detto Salvo, siciliano della provincia di Ragusa ma vive ad Abbiate Grasso, e’ attivista 5 stelle dal 2009 e oggi ha postato un suo video per spiegare il suo addio alla politica, ma anche al nostro Paese “dove – accusa – le istituzioni non esistono piu’”. Facendo riferimento ad una vicenda personale legata al figlio e alla scuola. E, ricordando il risultato elettorale conquistato alle politiche dal Movimento di Grillo, aggiunge ormai disincantato: “Quel 25,5% di febbraio era tutta un’illusione.. Solo il 5% forse era convinto. Gli altri speravano che Grillo cambiasse il mondo..”.

martedì 28 maggio 2013

Il governo parte con le liberalizzazioni: gas e immobili

zanonatoDi Redazione Informati

Il Ministero dello Sviluppo economico annuncia la partenza delle prima liberalizzazioni. Lo annuncia il Ministro Flavio Zanonato, che dichiara di essere al lavoro per aumentare la concorrenza in campo energetico, a partire dal settore gas, e in campo immobiliare, in particolare per le locazioni destinate al commercio.

Napolitano: «Per superare la crisi dell'Ue procedere verso l'unione politica»


Di redazione Informati

Dopo Enrico Letta e altri membri del governo, questa volta a invocare la "necessità" dell'unione politica europea "per superare la situazione di crisi" è il Presidente Napolitano, che dichiara: «L'unità politica dell'Europa è il nostro futuro»


giovedì 23 maggio 2013

La Francia vuole uscire dall’Euro: pronto un referendum!

francia fuori dall'euro
La notizia è di qualche giorno fa, ma nessuna testata giornalistica o trasmissione televisiva ha avuto il coraggio di diffonderla a livello nazionale: la Francia, accortasi dell’errore commesso il giorno in cui è entrata a far parte della moneta europea unica, ha deciso di ribellarsi..
La dichiarazione è pervenuta direttamente dall’europarlamentare Marine Le Pen, che ha affermato:
“Je demande solennellement au président de la République d’organiser en janvier 2014 (…) un référendum sur la sortie de la France de l’Union européenne”
Marine La Pen in poche parole, chiede di:
- Definire l’uscita dall’Euro della Francia;
- L’annullamento del Trattato di Schengen;
- Proteggere i confini e ridare ordine all’industria;
- Ricondurre la Costituzione Nazionale prima di quella scritta a Brussel nel Trattato di Lisbona;

Telegiornali di sistema: ecco come funzionano...



LE 10 SCIOCCANTI VERITA’ SUI TELEGIORNALI! 
SPOGLIAMO I TG DEL NUOVO ORDINE MONDIALE! 
ECCO COME CI FOTTONO! DIVIDE ET IMPERA…

1) NOTIZIE POLITICHE: utilizzare i politici (marionette) per disinformare, dividere ed illudere la massa che qualcuno stia pensando al nostro futuro ed a come uscire dalla “crisi” che loro stessi hanno creato a tavolino per portarci in queste condizioni attuali di schiavitù “velata” e disordine generale. Penso sia chiaro, no?

2) NOTIZIE ECONOMICHE: utilizzare un linguaggio molto complicato, fuorviante ed accessibile a pochi, in modo tale da raccontarci un sacco di sciocchezze senza nemmeno che noi ce ne accorgiamo ed, inconsciamente, spingere sempre più ad allontanarci da certi temi e far si che deleghiamo certi meccanismi così “complessi” a persone “più qualificate” di noi.

3) NOTIZIE DI CRONACA ESTERA: disinformare la massa ed abituarla a queste condizioni di anormalità e caos, con i soliti bollettini di guerra, camuffati come missioni di pace e guerra al terrorismo, per la sicurezza mondiale.

4) NOTIZIE DI CRONACA NERA: innalzare la negatività della massa, facendo credere che l’uomo sia una merda e non degno di vivere su questo pianeta. Omicidi e suicidi causati dalla disperazione che loro stessi hanno causato e dalla violenza che sempre loro hanno inculcato nell’animo umano attraverso subdoli condizionamenti mentali mirati. Questa convinzione porterà la massa a scoraggiarsi, demoralizzarsi, arrendersi e consegnarsi spontaneamente nelle mani di questi criminali.

mercoledì 22 maggio 2013

Carlo Sibilia annichilisce il Presidente del Consiglio Letta


Intervento del Deputato Carlo Sibilia che incalza il Presidente del Consiglio Letta su signoraggio bancario , Mes , debito pubblico e tutto cio che non ci piace di questa Europa .

Asics festeggia l'anniversario con le scarpe con simbolo della massoneria

Asics per festeggiare l'anniversario dell'azienda lancia il modello "Mattoni e Malta", una serie limitata con in evidenza il "compasso e la squadra", classici simboli della massoneria...

Vedi: http://www.kicksonfire.com/2012/10/30/hal-x-asics-bricks-mortar-pack/


Monti circola ANCORA con una super scorta di 6 uomini Chi paga?

monti-e-la-scorta
21 magg - Mario Monti non è più il presidente del Consiglio. Ma a quanto pare le buone abitudini della Casta non le ha perse. Secondo quanto riporta Dagospia.com “l’ex presidente del Consiglio Mario Monti preferisce viaggiare su Italo quando percorre la tratta da Roma a Milano. Ma non è mai da solo. Con Monti ci sono quattro guardie al seguito e due uomini di scorta in borghese. In totale sei persone per gestire la sua sicurezza personale”.
Se fosse vero il Prof tradisce ancora quel suo fare minimal in stile british e quel sua passione per una spending review mai realizzata. Eppure il suo governo aveva parlato di tagli a scorte e sicurezza per eliminare le spese superflue. Il governo Monti aveva comunicato di aver scremato i servizi di protezione, facendoli scendere a circa 500.

Letta: ''L'Ue così non basta più, servono gli Stati Uniti d'Europa''


Dopo le esternazioni di Emma Bonino questa volta è Enrico Letta a sponsorizzare la cosiddetta "integrazione europea", ovvero il percorso verso il decentramento di sempre maggiori poteri e competenze dalle nazioni (ex) sovrane all'UE

Da un membro del Bilderberg, della Trilaterale e dell'Aspen Institute, autore di un libro intitolato "morire per Maastricht" non potevamo certo aspettarci niente di diverso...
 
di seguito il comunicato di Adnkronos:

Roma - (Adnkronos/Ign) - Il premier nelle comunicazioni al Senato in vista del Consiglio europeo: ''L'Europa o accelera o implode. Non sia una gabbia di vincoli''. E sottolinea: ''L'abrogazione per l'Italia della procedura di deficit eccessivo sarebbe un segnale importantissimo''.


Redazione Informati

lunedì 20 maggio 2013

Ancora un bambino danneggiato dal vaccino. Il Ministero della Salute tace

vaccino
Antonio C. è un giovane papà che ha trovato la forza di raccontare ciò che è accaduto al figlio, un bambino sanissimo, che immediatamente dopo il vaccino trivalente (Morbillo, Parotite e Rosolia – ndr) ha subito una regressione cognitivo-comportamentale: autismo.
Antonio è arrabbiato con il mondo intero, deluso dalla categoria dei medici, dallo Stato. Con rancore e frustrazione racconta del suo bambino: “Mio figlio è nato sano. Ho tutte le cartelle cliniche che lo dimostrano. Prima del vaccino era un bambino normale: diceva mamma, pappa, nonna, nonno”. Il vaccino in discussione è il famigerato trivalente, non obbligatorio, ma fortemente consigliato da pediatri, ASL e scuole.
Antonio continua: ”A 18 mesi facemmo il vaccino, nella stessa seduta inocularono a mio figlio l’esavalente e la trivalenteDopo nemmeno un mese vedemmo i primi sintomi del disturbo: non parlava più; non mi guardava; sembrava non ci sentisse e si isolava. Si incantava facendo strane stereotipie”.

Grecia. Carcere ai professori che scioperano. L'ultima mossa del Governo Samaras

Grecia. Carcere ai professori che scioperano. L'ultima mossa del Governo Samaras
ATENE – Carcere ai professori che scioperano. E' l'ultima minaccia emanata dal Governo conservatore guidato da Antonis Samaras per rimettere in moto l'apparato statale, dilaniato da tagli lineari alla spesa pubblica e dagli scioperi di protesta per le condizioni lavorative e di accesso ai servizi non lontani da quelli del terzo mondo.
Si tratta di una norma emessa ieri sera in un bollettino ufficiale dal governo, emanato in previsione dello sciopero del prossimo 17 maggio, giornata in cui è previsto l'inizio degli esami di selezione per il comparto universitario. Una giornata in cui è previsto un nuovo sciopero da parte dell'Olme, il sindacato di categoria.
Nel decreto, secondo quanto si apprende dalla stampa internazionale, sono inserite delle norme liberticide. Nella fattispecie sono previste forti pene a chi si accinge a frequentare manifestazioni di protesta forzose. Non una pena simbolica con un giorno in gattabuia, ma mesi di carcere.

Perche’ i dentifrici di uso comune sono dannosi

Ho iniziato a produrre da me un dentifricio 100% naturale perchè nei dentifrici di uso comune che si trovano al supermercato sono presenti numerosi ingredienti chimici tossici per la nostra salute.
Ecco gli ingredienti del dentifricio Mentadent P – Prevenzione Completa – 8 azioni:
Aqua, Sorbitol, Hydrated Silica, PEG-32, Zinc Citrate, Sodium Lauryl Sulfate, Aroma, Cellulose Gum, Sodium Fluorite, Triclosan, Sodium Saccharin, Eugenol, Limonene, CI 42051, CI 47005, CI 77891.
Sorbitol: Il sorbitolo (o glucitolo) è l’alditolo del glucosio. E’ un dolcificante che i batteri che causano la carie non riescono a utilizzare per il loro metabolismo e inoltre trattiene l’acqua evitando così che il dentifricio si disidrati a contatto con l’aria. Può essere sintetizzato in laboratorio per riduzione del glucosio con tetraidroborato di sodio, mentre industrialmente viene ridotto per idrogenazione ad alte pressioni o per via elettrochimica. La sua assunzione non ha solitamente effetti collaterali, ma alte dosi o in soggetti intolleranti può provocare diarrea.
Hydrated Silica: è la Silice, ingrediente naturale usato come  agente abrasivo della superficie dei denti.
PEG-32: svolge le funzioni di legante, umettante e solvente e quindi  mantiene uniti ingredienti che altrimenti si separerebbero (come  olio e acqua).  PEG significa Polyethylene Glycol  e 32 ne caratterizza la struttura molecolare (32 moli di ossido di etilene).
I Polietilenglicoli (PEG)  sono una classe di composti presenti nella maggior parte dei prodotti cosmetici in commercio.

La strategia della distrazione

 
IMU, stipendi dei parlamentari, auto blu, evasione fiscale, incidenti, omicidi terrificanti a cui Mr Vespa dedica 20 puntate di porta a porta, mignotte in parlamento, vita sessuale dei politici, spread, matrimoni gay e non gay, tutto questo si CHIAMA IPNOSI DI MASSA. 

Tutto quello che viene martellato col megafono delle televisione viene ripetuto per un motivo preciso: vogliono che la nostra attenzione rimanga FOCALIZZATA su queste cose.

UNA VOLTA STABILITA L'IPNOSI, L'ATTENZIONE RIMANE INCOLLATA SU ASPETTI MARGINALI CON UNA TALE FORZA CHE VIENE VISTA SOLO LA TAPPEZZERIA MA NON L'ELEFANTE IN SALOTTO.

- CHI PRODUCE IL DENARO PER IL QUALE PAGHIAMO 100 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO?

- PERCHE' LO STATO PAGA INTERSSI A BANCHE PRIVATE PER PAGARE LE PENSIONI E I SERVIZI PUBBLICI?

- MECCANISMO EUROPEO DI STABILITA'

- PAREGGIO DI BILANCIO

- FISCAL COMPACT

- EUROGENDFOR

- RICERCA SULLE STAMINALI BLOCCATA E PARALIZZATA DA LEGGI CHIESTE DA BIG PHARMA

Buycott: l’app per boicottare. Come sapere di più sull’origine di prodotti e aziende

buycott

Nel marasma delle migliaia di applicazioni inutili e stupide, create per intrattenere e rincoglionire le persone fino al midollo, ecco finalmente un raggio di luce, un’applicazione nata per aiutare a conoscere e scegliere meglio quello che si compra: Buycott.
Creata da Ivan Pardo, ventiseienne programmatore freelance di Los Angeles, Buycott è un’applicazione che permette, scannerizzando col cellulare il codice a barre di un prodotto, di conoscerne vita, morte e miracoli: cosa contiene, chi lo produce, qual è il suo albero genealogico ed addirittura quali sono le condotte etico-commerciali e le affiliazioni politiche dei magnati delle aziende e delle multinazionali produttrici.
Un’applicazione bomba, un’arma in mano a tutti (per lo meno a chi ha uno smartphone, ndr), uno strumento utilissimo che permette di sapere se si stia facendo un buon acquisto, se attraverso l’acquisto di quel prodotto si contribuisce ad arricchire un trafficante d’armi, un impresario senza scrupoli, un narcotrafficante, uno sfruttatore di lavoro minorile o un portavoce dell’industria del geneticamente modificato. 

La Danimarca sospende Schengen. Troppi immigrati, troppa criminalità

 di Antonio Scafati
Sembrava una proposta destinata a cadere nel vuoto, forse solo una provocazione. Invece il Partito Popolare Danese l’ha spuntata: la Danimarca sospende il trattato di Schengen e reintroduce i controlli alle frontiere. Ad annunciarlo è stato Claus Hjort Frederiksen, ministro delle finanze del governo danese: “Durante gli scorsi anni abbiamo visto crescere i crimini transfrontalieri” ha spiegato, “questa decisione punta a frenare il problema”. Troppa immigrazione e troppa criminalità da oltreconfine per il governo danese: il gioco non vale più la candela, meglio tornare al passato.
Entro due, massimo tre settimane la polizia tornerà a controllare chi entra dai confini con la Germania, ma anche nei porti e sul ponte che collega Danimarca e Svezia. Il ministro Frederiksen ha spiegato che saranno istallate nuove apparecchiature elettroniche di identificazione alla frontiera tedesca, strumentazioni in grado di identificare le targhe delle macchine.
Così come gran parte delle leggi sull’immigrazione introdotte nell’ordinamento danese, anche stavolta a spingere per il ripristino dei controlli alle frontiere è stato il Partito Popolare Danese. Lotta all’immigrazione clandestina, lotta alla criminalità internazionale, lotta al narcotraffico: questi alcuni dei capisaldi del partito. La leader Pia Kjærsgaard aveva già speso parole molto chiare: “I controlli alle frontiere sono un diritto per i nostri cittadini”, un diritto ritenuto necessario per porre un freno soprattutto all’entrata in Danimarca di stranieri provenienti dai paesi dell’Europa orientale, paesi ritenuti (non solo a Copenhagen) inaffidabili nel gestire l’emigrazione: troppo pochi i controlli alle frontiere, senza regole i flussi migratori. Agli occhi del Partito Popolare danese, l’ondata di profughi proveniente dai paesi nord-africani ha aperto un secondo fronte al quale guardare con preoccupazione: “Abbiamo problemi con i cittadini dell’est Europa che stanno venendo qui e corriamo il rischio di avere gli stessi problemi con quelli dal Nord Africa” aveva detto Pia Kjærsgaard.

domenica 19 maggio 2013

Siete pronti a mangiare insetti? I potenti della terra hanno deciso così…


La notizia è di quelle che se non fosse apparsa sul sito dell'ANSA la maggioranza degli utenti probabilmente penserebbero a una bufala.  

Ma come vedremo non è così: le più importanti istituzioni sovranazionali (ONU, UE, FAO) hanno predisposto una strategia per introdurre nella dieta dei cittadini europei "nuove abitudini alimentari": insetti, larve, vermi...

Di Alessandro Raffa 

L'ONU - proprio così: l' "Organizzazione delle Nazioni Unite" - vuole che i cittadini europei si alimentino con vermi, larve e insetti: un obiettivo alla quale lavorano, come vedremo di seguito, anche altre importanti istituzioni sovranazionali. L'UNIONE EUROPEA un anno fa ha infatti stanziato cospicui finanziamenti destinati a chi promuove questo tipo di alimentazione, per abituare i cittadini in previsione di una diffusa povertà che renderà difficile l'accesso al cibo per milioni di persone. Questo la dice lunga su cosa ci aspetta in futuro, al di là dei proclami di "uscita dalla crisi" che i politici rinnovano mensilmente, mentre la situazione precipita sempre di più.
Anche la FAO - (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) - sta promuovendo l'alimentazione a base di insetti e vermi, nella quale vedono anche una possibilità per creare posti di lavoro: ne ha parlato pochi giorni fa "Il Fatto Quotidiano".
Mentre in alcune aree del mondo questo tipo di alimentazione è una consuetudine, la maggioranza dei cittadini europei prova ribrezzo alla sola vista degli insetti, e viene da pensare che non sarà facile convincerli a cucinare larve e insetti. Tuttavia il potere manipolatorio del sistema è tale che sicuramente riusciranno nell'intento nell'arco di poche generazioni. I primi passi in questa direzione sono stati fatti, ed è evidente la volontà di accelerare il processo: già da alcuni anni alle "mostre-mercato" di tutta Europa dedicate al cibo vengono proposti al pubblico piatti di "cucina etnica", come le cavallette, proposte da alcuni stand ai visitatori del "Salone del gusto" di Torino, cucinate fritte, ma anche piccanti e in altri modi: rappresentano una grande attrattiva per il pubblico, incuriosito, e un numero sempre maggiore di persone decide di assaggiarle, spesso apprezzandone il gusto.

"Come smonto l'affidabilità dei vaccini" VIDEO

Parlamentari pagati da lobby, Grasso: gravissimo, vanno denunciati



iene“Senatori e onorevoli a libro paga di alcune multinazionali, le cosiddette lobbies”. A denunciarlo è un assistente parlamentare di Palazzo Madama, intervistato dalle Iene e andato in onda nella puntata di sabato sera.
19 magg – “Dalle anticipazioni giornalistiche in merito al servizio delle Iene su deputati e senatori che, nelle scorse legislature, sarebbero stati pagati da multinazionali per operare modifiche favorevoli ai disegni di legge in discussione, emerge la denuncia di un comportamento che, se provato, sarebbe gravissimo.” Lo dice il presidente del Senato Pietro Grasso.

“Purtroppo la natura di denuncia, anonima nella fonte e nei destinatari, rende difficile procedere all’accertamento della verita’. Spero quindi che gli autori del servizio e il cittadino informato di fatti cosi’ gravi provvedano senza indugio a fare una regolare denuncia alla Procura, in modo da poter accertare natura e gravita’ dei fatti contestati. Da parte mia assicuro che mi adoperero’ per fornire agli inquirenti nel piu’ breve tempo tutte le informazioni che riterranno utili alle indagini.

Gran Bretagna, sondaggio: cresce il partito euroscettico di Farage, ora è al 19%

nigel
19 mag. – Il Partito per l’Indipendenza del Regno Unito (Ukip, nell’acronimo in inglese) guadagna terreno ed ora e’ la terza formazione politica in Gran Bretagna, relegando i liberaldemocratici al quarto posto. Lo rivela un sondaggio sulle intenzioni di voto realizzato dall’azienda ComRes: il sondaggio assegna all’Ukip un avanzamento di 4 punti percentuali rispetto al mese scorso (ora e’ al 19%), il bottino piu’ alto mai raggiunto dal partito di Nigel Farage.

L’industria del cancro: il business della mammografia

mammografiaIl  piccolo segreto dell’industria del cancro sta proprio nel fatto che gli stessi oncologi che catechizzano le donne con la credenza della familiarità con il cancro sono quelli che realizzano enormi profitti vendendo loro i chemioterapici. Il conflitto di interessi e l’abbandono dell’etica nell’industria del cancro lascia senza fiato.
Un nuovo studio scientifico ha confermato una teoria diffusa e poco conosciuta:  la maggior parte delle donne con “diagnosi” di cancro tramite mammografia non sarebbero state affette da cancro.
Questi studi avrebbero dimostrato che ben il 9% delle diagnosi precoci non procurerebbe alcun beneficio per le pazienti, secondo le statistiche pubblicate sul New England Journal of Medicine dal dottor Gilbert Weich.
Weich dichiara “Beh, la diagnosi precoce salva delle vite, proprio come ci hanno detto Komen e le associazioni no-profit riguardo il cancro”. Ma sbagliereste. Come abbiamo scoperto,  virtualmente non vi è stata riduzione degli stadi terminali del cancro alla mammella a partire da tutte queste diagnosi precoci, e questo significa che alla maggior parte delle donne a cui è stato detto di avere il cancro alla mammella dopo una mammografia probabilmente è stato mentito”.

mercoledì 15 maggio 2013

Sigarette elettroniche, in arrivo la tassa

Spunta un balzello sulle sigarette elettroniche tra le ipotesi di «copertura» di una delle misure che, domani, potrebbero essere inserite nel decreto sui debiti della Pa. La novità sarebbe prevista da un emendamento dei relatori per applicare l'accisa anche su prodotti contenenti nicotina o sostanze sostitutive del consumo di tabacco.
Su un provvedimento di ampia portata, che libera 40 miliardi per i pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione, la norma sulle sigarette elettroniche è davvero una minuzia: darà al massimo qualche milione di euro di gettito. Ma certo rappresenta una novità. Attualmente sull'acquisto delle ricariche per le sigarette elettroniche viene pagata l'Iva mentre non si applica l'accisa prevista invece per il tabacco e i prodotti da fumo. La 'copertura' verrebbe introdotta in un emendamento che prevede un ampliamento degli spazi finanziari che le Regioni avrebbero all'interno del proprio Patto di Stabilità per 'girare' a Comuni e Province con la finalità di pagare investimenti, il cosiddetto «Patto di stabilità verticale».

loading...

Archivio blog

loading...