martedì 5 novembre 2013

Espellere i metalli pesanti

I metalli pesanti, in particolare cadmio, mercurio e piombo, sono quelli maggiormente tossici per l'uomo. Questi elementi si accumulano nell’organismo senza poter essere eliminati determinando effetti nocivi a breve e lungo termine, diversi a seconda del metallo . Possono causare danni ai reni, al sistema nervoso e al sistema immunitario, e in certi casi avere effetti cancerogeni. I sintomi più classici di intossicazione da metalli pesanti sono l’irritabilità ed instabilità dell’umore, depressione, cefalee, tremori, perdita di memoria, ridotte capacità visive.

Quindi è un problema parecchio importante ma vedremo, tra poche righe, che come sempre la natura viene in nostro soccorso.
La procedura per rimuovere i metalli pesanti è detta chelazione.

Quando noi assumiamo un agente chelante questo si lega ai metalli presenti nell'organismo facilitandone la naturale espulsione.

Questi agenti chelanti sono chimici, devono essere fatti sotto stretto controllo medico e hanno molti effetti collaterali. Esistono però erbe che agiscono come agenti chelanti, come il coriandolo:

"Questa erba da cucina è in grado di mobilitare mercurio, cadmio, piombo e alluminio tanto nelle ossa che nel sistema nervoso centrale. È probabilmente l'unico agente efficace nel mobilitare il mercurio immagazzinato nello spazio intracellulare (allegato al mitocondri, tubulina, liposomi ecc) e nel nucleo della cellula (invertendo il danno al DNA di mercurio)."

Dietrich Klinghardt, MD, PhD - Chelazione: Come Rimuovere dal Corpo Mercurio, Piombo e altri metalli.



Gli studi hanno però fatto notare che, si il coriandolo "smuove" i metalli nel corpo, ma la maggior parte può venir riassorbita dal corpo.

"Mobilitando le tossine il coriandolo può far si che una parte di esse vada ad invadere il tessuto connettivo (dove risiedono i nervi). Tale processo è definito reintossicazione, e può facilmente essere evitato somministrando contemporaneamente un agente di assorbimento intestinale delle tossine. La nostra scelta definitiva è appunto la chlorella, organismo algale. Uno studio recente ha dimostrato nei test su animali un eliminazione di alluminio dallo scheletro superiore a qualsiasi altro agente disintossicante conosciuto.

Il coriandolo induce la colecisti a riversare bile - contenente le neurotossine escrete - nello intestino tenue. Il rilascio di bile - fenomeno che avviene naturalmente dopo i pasti - è reso molto più efficace dal coriandolo. Se però non si assume il secondo agente - come la chlorella - la maggior parte delle neurotossine finiscono per essere riassorbite lungo la strada verso l'intestino tenue dalle terminazioni nervose del sistema nervoso enterico"

Prima di arrivare ai consigli di assunzione andiamo a vedere le proprietà di queste erbe:

IL CORIANDOLO (prezzemolo cinese)

Proprietà

Detossificante da metalli tossici e inquinanti chimici, in associazione all'alga Clorella
Digestivo e benefico per dispepsie, senso di pienezza gastrica, digestione lenta, spasmi gastrici, colon irritabile, diarrea e mal di testa da cattiva digestione
Eliminare le forme fermentive intestinali, difficoltà digestive e/o fenomeni diarroici dovuti, per lo più, a manifestazioni somatiche dello stress
Carminativo: evita la formazione di gas intestinali
Contrasta l'obesità, favorendo un corretto metabolismo dei carboidrati
Antiossidante
L'olio essenziale ha un effetto antibatterico e funghicida
Il coriandolo è probabilmente l'agente più efficace nella rimozione di mercurio presente nello spazio intracellulare e nel nucleo delle cellule (invertendo il danno del mercurio al DNA).

L'ALGA CLORELLA

Proprietà

Agisce sul sistema metabolico e conseguentemente su problemi cardiovascolari e diabetici, compresi gli alti livelli di glicemici, ma anche su alta pressione, colesterolo e obesità
Miglioramenti del sistema vascolare con riduzioni sino al 50 % dell'ipertensione
Agisce su vene varicose e sulla cicatrizzazione dei tessuti (pelle, ulcere e emorroidi)
Favorisce le funzioni depurative dell'intero organismo, assorbe grandi quantità di tossine nell'intestino, risana la flora batterica ed elimina dal fegato e dai tessuti i residui tossici (insetticidi, concimi chimici e metalli pesanti)
Ottima per risolvere i problemi respiratori come sinusite e rinite
Aiuta lo sviluppo di "batteri buoni" migliorando la digestione (coliti, ulcere e fibromialgie)
Aiuta a normalizzare l'equilibrio acido-alcalino
Permette un miglior assorbimento del calcio (menopausa) e riduce gli odori del corpo
E' ricca di vitamina K1 e di ferro (indicato specificatamente nelle anemie e nella regolazione del ciclo mestruale)
Contrasta il dolore da infiammazioni
Energizzante
L'alga clorella è un alga monocellulare ricchissima di clorofilla che cresce nei fiumi asiatici e possiede 38 volte più proteine della soia e 55 volte quelle del riso, fornendo 9 amminoacidi essenziali e molteplici vitamine e minerali (vitamina A, tutto il gruppo B ed E).

Ora che abbiamo approfondito un pochino l'argomento arriviamo finalmente alla modalità di assunzione, per un intensa disintossicazione da metalli pesanti tossici e inquinanti chimici consideriamo un ciclo di almeno due mesi con le tinture madri di clorella e coriandolo:

SETTIMANA 1

COLAZIONE
prendere 40 gocce di clorella 30 minuti prima di far colazione
poco prima di iniziare a mangiare prendere 40 gocce di coriandolo
PRANZO
prendere 40 gocce di clorella 30 minuti prima di pranzo
poco prima di iniziare a mangiare prendere 40 gocce di coriandolo
CENA
prendere 40 gocce di clorella 30 minuti prima di cena
poco prima di iniziare a mangiare prendere 40 gocce di coriandolo

SETTIMANA 2
prendere solo la clorella 40 gocce 3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione pranzo e cena
Non assumere il coriandolo in questa settimana

SETTIMANA 3
prendere solo la clorella 40 gocce 3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione pranzo e cena
Non assumere il coriandolo in questa settimana

SETTIMANA 4
come la settimana 1

SETTIMANA 5
prendere solo la clorella 40 gocce 3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione pranzo e cena
Non assumere il coriandolo in questa settimana

SETTIMANA 6
prendere solo la clorella 40 gocce 3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione pranzo e cena
Non assumere il coriandolo in questa settimana

SETTIMANA 7
come settimana 1

SETTIMANA 8
prendere solo la clorella 40 gocce 3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione pranzo e cena
Non assumere il coriandolo in questa settimana

NOTE
Per i soggetti più sensibili e per chi accusa qualche piccolo disturbo si consiglia, la prima volta che si inizia questo tipo di trattamento, di partire il primo giorno con 20 gocce per tre volte di coriandolo (invece di 40) e gradualmente aumentare giorno per giorno fino arrivare a 40 gocce dopo 3/5 giorni.

CONTROINDICAZIONI
ALGA CLORELLA: Non sono conosciute controindicazioni per giovani e bambini. Può interferire con i trattamenti fluidificanti del sangue a causa del contenuto di vitamina K1 e ferro.
CORIANDOLO: Se usato in dosi eccessive è inebriante e può causare disturbi nervosi e fastidi renali.3

RINGRAZIAMENTI
Un ringraziamento particolare a www.ecosalute.it per i consigli di utilizzo giornaliero e molte informazioni riguardo queste due erbe

IMPORTANTE: Questo articolo è a puro scopo informativo, nel caso vogliate seguire la procedura riportata in questo articolo parlatene prima con il vostro medico.


Fonti:
http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/08/societa-ammalata-come-uscirne-come.html
http://universoolografico.forumfree.it/?t=52253454
http://www.ecosalute.it/linea_tinture_madri/clorella_tm_100_ml_sc_424.htm
http://www.ecosalute.it/linea_tinture_madri/coriandolo_tm_100_ml_sc_466.htm
http://www.arpa.veneto.it/salute/htm/fattori_rischio_metalli.asp


Fonte: Eco(R)esistenza

Archivio blog